Natalya Goncharova Obmochaeva, 16 punti, 15 attacchi, 1 muro
ITALIA-RUSSIA 1-3 (18-25 25-20 22-25 28-30) – Il tabellinoClassifica GeneraleProgramma Sabato 18 Luglio

CATANIA – Le azzurre di Marco Bonitta cadono davanti alla Russia, ma alla vigilia dell’ultimo match della fase eliminatoria (domani alle 20.10 diretta Raisport 2) contro il Brasile sono già qualifificate per la Final Six di Omaha.

La certezza ce l’hanno avuta nel primo pomeriggio. Da Hong Kong sono giunte le notizie attese: Thailandia e Giappone, due delle potenziali concorrenti alla qualificazione avevano perduto rispettivamente 3-1 con gli Stati Uniti e 3-0 con la Cina: l’Italia poteva così predisporre in anticipo il viaggio negli States.

Quella contro la Russia è stata una partita combattuta e divertente, tra due formazioni che hanno giocato a viso aperto e senza troppi problemi.

Marco Bonitta ha cambiato per tre sesti la sua formazione rispetto a quella schierata contro il Belgio inserendo Sorokaite al posto di Diouf sulla diagonale della regista Malinov, Guiggi al centro al posto della Arrighetti, Caterina Bosetti a far coppia con la sorella Lucia nella linea dei martelli-ricevitori.

Poi alla fine del primo parziale ha inserito in pianta stabile Valentina Tirozzi al posto di Lucia Bosetti.

LA GARA – Il primo set è tutto di marca russa. L’Italia non riceve bene e il muro russo ferma spesso le attaccanti di Bonitta. Con Fetisova e Malykh in evidenza, la squadra di Marichev fugge via ed arriva a condurre 10-17, poi resiste al ritorno italiano e chiude 18-25.

Sorokaite, 17 punti, 12 attacchi, 2 ace
All’inizio del secondo il ct tricolore toglie Lucia Bosetti e la sostituisce con Valentina Tirozzi. il contributo della campana si vede soprattutto in ricezione. Salgono in cattedra Indre Sorokaite e Caterina Bosetti, che sono i terminali preferiti della Malinov in fase offensiva. L’Italia chiude 25-20 e si riporta in parità.

Il terzo set rimane in equilibrio a lungo, pochissimi i break, molti i cambi-palla. La Russia fa la differenza nel finale del parziale e si riporta avanti.

Nel quarto l’Italia ha allungato nella fase centrale, portandosi 16-13, ma la Russia approfittando di un calo azzurro ha subito rimontato. Nuovo break italiano con Guiggi al servizio l’Italia si è portata sul 21-16, ma la Russia ci ha creduto, rimontato e vinto 28-30