Bosetti, mvp azzurra – foto FIVB
TAIPEI – ITALIA 0-3 (10-25, 13-25, 17-25)
CINA TAIPEI: Teng Yen Min 10, Wang Sin Ting 6, Chen Wan Ting 6, Chen Wan Ching, Wen I Tzu 3, Tsai Yin Feng 4. Libero: Yang Meng Hua. Wu Ko Jou, Liao Wan Ju, Yen Pei Linng. Non entrate: Lee Yi Hsuan, Lee Yi Ping. All. Sakakuch.
ITALIA: Anzanello 7, Barcellini 14, Rondon 1, Bosetti C. 14, Gennari 8, Pisani 8. Libero: Sirressi. Lombardo 1, Signorile 2. Non entrate: De Gennaro, Folie, Ortolani. All. Bracci.
ARBITRI: Yoko (Jpn) e Chong (Mac)
Spettatori: 2800. Durata set: 20, 21, 23
Cina Taipei: bs 7, a 1, mv 2 e 13.
Italia: bs 5, a 3, mv 10, e 6.

TAIPEI – Seconda vittoria consecutiva in questo concentramento per l’Italia di Marco Bracci. In soli tre set la compagine azzurra si sbarazza del Taipei. Domani match con la Polonia.

IL MOTIVO. Difficile individuare dove sono i meriti delle azzurri e soprattutto quanti i demeriti di una formazione confusionaria e povera di soluzioni in attacco come quella del Taipei. Questo però non toglie merito alla vittoria. Frutto soprattutto di lunghe fasi break, nel primo set il turno al servizi di Bosetti C, nel secondo invece quello di Pisani e nell’ultimo Signorile (entrata a pieno ritmo in questa frazione). 

IL MIGLIORE. La palma va all’autrice dello scambio più bello dell’intera partita: Caterina Bosetti. E’ il secondo set, recupero in difesa di Pisani (buona prova la sua) e pipe di Bosetti. La stessa schiacciatrice è anche autore di 14 punti messi a segno (al pari di Barcellini): 12 attacchi, 1 ace e 1 muro. 

NON E’ ANDATO. In questo match, forse la disorganizzazione iniziale nella terza frazione, ma dettagli in confronto a l’intero incontro.

LA PARTITA

1° SET. Dopo una fase di studio iniziale, tra l’altro dura molto poco 5-6 (attacco di Chen W.T), le azzurre allungano con Gennari, 6-10, e piazzano il +8 con un primo tempo di Pisani. Ed è sempre con la centrale, Pisani (2 muri su 6 e un primo tempo) che l’Italia ipoteca il primo set, 10-22. Suo anche il muro finale 10-25.

2° SET. Parziale sulla falsa riga del precedente, 6-8 (errore al servizio di 13) e poi break con Gennari, 7-11 e ancora una volta il +8 lo piazza Pisani, 10-18. Sul 12-19 spazio anche per Lombardo al posto di Gennari. Il 13-25 lo regala un errore in bagher della formazione del Taipei.

3° SET. Più equilibrata la terza frazione, 15-15, anche se le fasi di stallo sono state figlie più della confusione in campo che di azioni particolari. Bosetti C. e Anzanello spingono sull’acceleratore e l’Italia si avvicina alla meta, 16-22. Chiude Barcellini al primo match point utile, 17-25.