I lettori di Repubblica hanno scelto: Paola Egonu è la prima sportiva a vincere il premio Donna D dell’anno

La schiacciatrice della Nazionale italiana di volley è stata premiata presso la Fondazione Feltrinelli di Milano. Alla Egonu sarà dedicata la copertina di D – la Repubblica delle donne di sabato 14 dicembre.

MILANO – Paola Egonu ha vinto il premio Donna D dell’anno 2019, prima sportiva eletta dai lettori di Repubblica e il suo settimanale D – la Repubblica delle donne. Scelta perché a soli vent’anni Paola è già una stella della pallavolo, del pensiero libero e della società moderna.

Nata a Cittadella, in provincia di Padova, il 18 dicembre 1998, icona dei diritti LGBT, ragazza e donna di successo: se Francesca Piccinini l’ha designata sua erede alla guida della Nazionale di pallavolo, per Maurizia Cacciatori è la giocatrice di volley più forte al mondo, destinata a dominare una generazione sportiva. Nell’anno che l’ha scelta modello esemplare di una nazione al femminile, Paola Egonu ha trascinato Igor Novara alla conquista della Champions League e (pochi giorni fa) Imoco Volley Conegliano in vetta al Mondiale per club.

Paola Egonu assente giustificata per impegni con il Club, è stata premiata all’evento #ladonnaD2019 presso la Fondazione Feltrinelli di Milano – la più votata dei lettori di Repubblica tra venti candidate finaliste – e a lei sarà dedicata la cover story di D – la Repubblica delle donne di domani, sabato 14 dicembre, con una lunga intervista. Nel 2019 che precede l’anno olimpico, Paola succede a Franca Di Blasio: l’insegnante sfregiata in viso con un coltello da un alunno che rifiutò di essere interrogato. Donne diverse, diversissime, che si distinguono per il loro valore, ugualmente ambiziose di rendere l’Italia un posto migliore. Anche per gli uomini.

L’intervista di oggi su Repubblica

Sostieni Volleyball.it