Il volley italiano celebrato a Palazzo Chigi per i successi europei

ROMA – Nella giornata di ieri  il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega allo sport Giancarlo Giorgetti ha incontrato i rappresentati di Lega Serie A Maschile e Femminile assieme alle società Imoco Volley Conegliano, Saugella Team Monza, Uyba Volley, Igor Gorgonzola Novara, Lube Volley e Itas Trentino, protagoniste in questa stagione nelle varie competizioni europee.​

All’incontro svoltosi a Palazzo Chigi erano presenti il presidente del Coni Giovanni Malagò, il presidente federale Pietro Bruno Cattaneo e il Segretario Generale Alberto Rabiti.

Con loro la presidente della Lega Pallavolo Serie A Paola De Micheli, l’Amministratore Delegato Massimo Righi, i vertici della della femminile, insieme ai presidenti, dirigenti, allenatori, giocatori e giocatrici delle squadre protagoniste che in questa stagione hanno conquistato importanti trofei.

“Sono particolarmente contento di offrire il giusto riconoscimento anche all’interno di Palazzo Chigi alla pallavolo italiana – ha detto l’on. Giorgetti – ed in particolar modo ai suoi Club che tanto bene hanno fatto in campo internazionale per tenere alto il nome del nostro Paese. Il vostro impegno è stato eccezionale e meritava un appuntamento ed un ringraziamento come questo. Ora ricopro questa carica istituzionale ma sono stato e sono sempre vicino alla pallavolo. Quest’anno abbiamo vinto tutto: e, un invito alla volta, man mano che arrivavano le Coppe, abbiamo riempito questa sala. La pallavolo è nel nostro cuore, anche il Presidente Mattarella mi ha chiesto di voi, dopo aver partecipato all’apertura dei Mondiali maschili al Foro Italico. Dico grazie alla FIPAV, certo, ma anche ai Club che faticano per competere a questo livello. Grazie al loro impegno, e ai loro sponsor che individuano lo sport come garanzia della propria immagine. Direi che per me è una occasione gradita, ma vado oltre e vi dirò che oggi sono più che contento. Avete portato l’allegria qui, in questo Palazzo, dove ogni giorno viviamo altre tensioni. Le discipline di squadra sono l’attività numero uno per forgiare i giovani ma soprattutto per vincere quello che oggi è il nemico numero uno delle nuove generazioni: la solitudine. Abbiamo chimica e capacità dei Club, sia al maschile che al femminile. Una volta tanto in Europa comandiamo noi”.

 

Sostieni Volleyball.it