Fei, contro l’Australia torna opposto – foto ®Ryu Makino
MONZA – La breve preparazione degli azzurri per il torneo di qualificazione olimpica europeo è ormai agli sgoccioli. Domani l’amichevole con l’Australia (ore 17.30 PalaIper di Monza), sarà l’ultimo atto prima del brevissimo sciogliete le righe, che precederà la partenza per Sofia in programma da Roma sabato 5 maggio.

Il Ct Berruto ha ancora a disposizione 16 elementi e soltanto dopo l’amichevole annuncerà i 12 che prenderanno l’aereo per la Bulgaria.

Le due settimane scarse di preparazione sono trascorse velocemente, con lo staff azzurro impegnato a riorganizzare gli automatismi che hanno consentito all’Italia di essere tra le protagoniste del 2011 (seconda all’Europeo e quarta in World Cup).

Come spesso accade in queste situazioni non sono mancati i piccoli contrattempi, soprattutto di natura fisica, che hanno colpito i ragazzi italiani, reduci da una stagione interminabile.

“La squadra tutto sommato è in buone condizioni, lo ha dimostrato l’ottimo finale di campionato e soprattutto il V-Day in cui ho visto con piacere tanti azzurri essere protagonisti positivi”, ha dichiarato Mauro Berruto.

Dal V-Day il ct tricolore aveva ereditato Savani e Parodi con degli affaticamenti muscolari, ma entrambi i martelli della squadra neo-scudettata hanno superato il problema e domani saranno regolarmente al loro posto.

Nella giornata di mercoledì si sono bloccati in tre con problemi diversi e diversa portata: Lasko, Bari e Kovar.

I primi due hanno subito ripreso la preparazione e svolto tutto l’allenamento odierno con il resto della squadra. Il martello, alle prese con un dolore al piatto tibiale, è stato sottoposto agli accertamenti del caso ed è stato tenuto a riposo.

Inizialmente contro l’Australia dovrebbe scendere in campo il sestetto guidato in regia da Travica, con Fei opposto, Birarelli e Mastrangelo centrali, Savani e Parodi di banda, Bari libero.