Italia: De Giorgi, “Dopo il cambio generazionale, dobbiano dare continuità al nostro movimento”

1431

ROMA – Ieri, alla vigilia della diramazione delle convocazioni per la VNL il tecnico della nazionale maschile di volley, Fefè De Giorgi, ha parlato a Radio Cusano Campus, nella trasmissione Sport Academy.
Sull’imminente lavoro che si andrà a svolgere, ha detto. “Il gruppo senior lavorerà all’inizio con il gruppo under 22, che ha vinto il Mondiale under 21. Lo scorso anno si è fatto un cambio generazione forte, dobbiamo dare continuità al nostro movimento. Abbiamo iniziato un percorso, per questo vogliamo dare un senso a questi ragazzi giovani, che si sono dimostrati squadra. La VNL è una manifestazione cui teniamo a fare bella figura, visto che organizziamo le finali in Italia. Il Mondiale è l’appuntamento clou, ci saranno tutte le più forti del Mondo, è complicato dal punto di vista tecnico”.

Si parla di un cambiamento di formula. “Staremo a vedere, non si ancora dove si andrà a giocare, hanno proposto anche noi di organizzarlo. Dobbiamo capire, ma le intenzioni sono di giocare in Europa. Si stanno cercando delle adesioni”.

Sul gruppo della VNL. “In linea di massimo ci saranno molti giocatori che disputeranno anche il Mondiale, poi le porte sono sempre aperte per tutti. Abbiamo segnato la strada, ma questo non significa che non ci possano essere degli inserimenti”.

Poi parla del campionato di Superlega. “Perugia e Civitanova sono sulle stesso livello, sono squadre equilibrate, hanno entrambe un roster completo. Si deciderà nelle ultime gare. Sono contento che Trento possa giocare la finale di Champions, per i “miei” ragazzotti è bello e importante giocare partite di questo livello”.

Sostieni Volleyball.it