Italia: De Giorgi e il futuro. “Non siamo i migliori al mondo, c’è ancora tanto da fare. Zaytsev? Porte aperte ma condizioni chiare”

1219

ROMAFerdinando De Giorgi torna a parlare di nazionale dopo la presentazione del suo libro “Noi Italia” fatta a Roma venerdì. Da una parte il CT azzurro ribadisce che “in maniera intelligente bisogna ricordare che non siamo i migliori del mondo, ma che c’è ancora tanto da fare”, poi alla solita domanda su Zaytsev il tecnico ribadisce che anche la sua esperienza personale in azzurro è stata caratterizzata dalle porte aperte… Porte aperte, ma, sottolinea, “le condizioni sono chiare” come a evidenziare che la nazionale targata De Giorgi imponga regole e atteggiamenti diversi rispetto alle nazionali passate.
Poi, a rimarcare la voglia di cambiamento: “Ci sono ragazzi di qualità, ce ne sono tanti, bisogna creargli un ambiente per esprimersi, vedere miglioramenti. Bisogna dare responsabilità ai giovani dando loro fiducia quando le cose non vanno bene, dando supporto”.