Korea: Scudetto agli Hyundai Skywalkers. È la consacrazione di Krisztian Padar

Finale: Gara 3 (26 marzo)
Hyundai Capital Services Skywalkers – Korean Air Jumbos 3-1 (25-20, 30-32, 25-19, 25-20) Serie: 3-0
HYUNDAI: Padar 23, Jeon Kwang-In 20, Moon Sung-Min 13, Shin Young-Suk 13, Choi Min-Ho 4, Lee Seung-Won 2, Yeo Oh-Hyun (L); Heo Su-Bong 5, Lee Won-Jung 1, Kim Jae-Hwi 0, Park Joo-Hyeong 0, Lee Si-Woo 0.
KOREAN: Gasparini 22, Jung Ji-Seok 13, Kwak Seung-Suk 10, Jin Seong-Tae 9, Kim Kyu-Min 6, Han Sun-Soo 0, Jung Sung-Min (L); Jin Sang-Heon 4, Kim Hak-Min 0, Im Dong-Hyuk 0, Hwang Seung-Bin 0, Baek Kwang-Hyun (L).

CHEONAN – A due anni di distanza dall’ultimo scudetto gli Hyundai Capital Services Skywalkers ottengono il quarto titolo della propria storia (gli altri nel 2006, 2007 e 2017) superando i Korean Air Jumbos detentori del trofeo dell’ex-Verona Mitja Gasparini anche in gara 3 di finale e chiudendo così la contesa in appena 3 gare.

A fare la differenza in favore dei padroni di casa sono la buona prova di Jeon Kwang-In (20 punti col 54% in att. per lo schiacciatore arrivato in estate dai Kepco Vixtorm) e soprattutto i 9 ace di squadra (0 quelli dei Korean), ed è proprio al servizio che è arrivato il punto finale della vittoria. A realizzarlo non poteva che essere Krisztian Padar, top scorer dell’incontro con 23 punti e il 50% in att.: dopo essere giunto in Korea tre anni fa, 19enne, per vestire la maglia dei Wooricard Wibee ed essere passato questa estate a un top team quale gli Hyundai, per il talentuoso opposto ungherese classe 1996 il 2019 rappresenta dunque l’anno della consacrazione.

Formula
Si è giocato al meglio delle 3 vittorie su 5 gare.

Sostieni Volleyball.it