Multe retroattive a LegnanoMODENA – E’ tempo di bilanci anche in Lega Pallavolo Femminile e così il presidentissimo Mauro Fabris (alias lo #Sceriffodeldopingamministrativo©) e il suo direttore generale Piero Rebaudengo hanno deciso di andare a rompere vecchi salvadanai per far quadrare i conti.

Almeno ci provano.

Questo è il senso della lettera inviata il 28 giugno (a soli due giorni dalla scadenza del mese, data ultima) alla Sab Volley Legnano (lettera firmata dal direttore generale di legadonne Piero Rebaudengo) in cui la legadonne fa le pulci ai conto del club lombardo sollecitando fatture che non risultano saldate e – soprattutto – il pagamento di multe ancora in sospeso. Fin qui, tutto normale… 

Una letterina da 48.176,60 € che – nelle intenzioni della Legadonne – sarà abbondantemente garantita dalla fideiussione. Insomma una bella sponsorizzazione “post-datata”.

Tra le varie annotazioni spiccano però un totale di 30.000 € (ma c’è un tariffario?) così composto: 10.000 € per mancato deposito liberatorie, poi 10.000 € per deposito di documentazione non veritiera (ma questa sanzione la Lega dovrebbe devolverla alla nostra testata, infatti siamo stati noi a far notare agli sbadati organi legaioli che il bonifico a Degradi non era veritiero)  quindi – e qui viene il bello – i 10.000 € che ufficializzano come le ultime due stagioni siano state falsate

Legnano infatti non avrebbe dovuto disputare gli ultimi due campionati non avendo mai pagato l’acquisizione del titolo sportivo del Neruda Volley.

Si diceva tempo fa che ci fosse un tacito accordo per far entrare nei giochi il club di patron Nebuloni senza il pagamento del titolo, chiacchiere (o promesse) ora disattese o, comunque, cancellate dalla comunicazione di Lega che due anni dopo si “ricorda” dell’acquisizione del titolo mai pagato.   

Un ritorno di memoria che avvalla solamente i cattivi pensieri (per carità, noi non ci crediamo) di chi sostiene che la Legadonne sia impegnata solo nel tentativo di erodere il più possibile la fideiussione del club…  

Per se stessa.