#LaNazionale: Samuele Papi racconta il suo nuovo ruolo. “Posti 4? Ci sono giovani interessanti”

BOLOGNASamuele Papi è un nuovo dirigente della Nazionale azzurra maschile. Quattro medaglie olimpiche, 2 ori mondiali, una valanga di altri allori internazionali, da qualche settimana è dirigente accompagnatore del team maschili di Gianlorenzo Blengini.

Certi amori non finiscono mai… Sei tornato in nazionale. “Un po’ a sorpresa, non me l’aspettavo. Ne ho parlato la prima volta con il Presidente Fipav Cattaneo a Cancun nell’ultimo appuntamento Cev ed FIVB, ci ho pensato un po’, poi mi sono detto perché no. E’ una esperienza che voglio fare, sarà interessante e difficile. Ne ho parlato con Blengini, con il Presidente, con il Vice Presidente e altri dirigenti Fipav. Un incarico bello e stimolante”.

La tua nazionale l’abbiamo vissuta e goduta, questa com’è? “E’ una nazionale che comunque può fare bene, Certo, i tempi sono cambiati, ci sono squadre molto forti quindi sarà molto difficile. Soprattutto quest’anno nell’anno pre olimpico dove ci sarà la qualificazione. E’ l’appuntamento più importante, la Fipav è stata brava ad organizzare il torneo in casa a Bari. Il girone non sarà facile con la Serbia. Dovremo poi portare rispetto anche le altre Australia e Camerun. Dobbiamo però essere positivi ed ottimisti. Cercheremo, soprattutto, Blengini con il lavoro, di arrivare al massimo della forma a quello che è l’appuntamento più importate della stagione”.

Uno dei ruoli più deficitari è il posto 4… Sei tornato per riprendertelo?
“No, no. Io no. Cercheremo di trovare altri giocatori interessanti, ci sono giovani comunque che stanno crescendo e che proveremo sicuramente. Io sono contento così, ho già dato…”

#LaNazionale: Samuele Papi racconta il nuovo ruolo. “Posti 4? Ci sono giovani interessanti”

Sostieni Volleyball.it