#LaNazionale: Test match pre mondiale. Italia-Cina 3-0

Gioia azzurra a Padova - foto © Daniela Tarantini

ITALIA – CINA 3-0 (25-20; 25-17; 25-17) – tabellino

PADOVA – Ospite della Kioene Arena di Padova la Nazionale Italiana supera 3-0 la Cina, nel primo dei due test match contro la rappresentativa guidata da Raul Lozano.

Dopo un primo set abbastanza equilibrato, l’Italia aumenta l’intensità di gioco nel secondo parziale e lascia indietro la Cina, ripetendosi poi nell’ultima frazione, quando gli ospiti accusano un calo di entusiasmo e lucidità. Luci e ombre nell’Italia, squadra che aveva bisogno di ritmo partita dopo settimane dall’ultimo test di Cavalese con l’Olanda: nonostante un Juantorena in grande spolvero, nel complesso è la squadra a prevalere, più che le individualità.

SESTETTI IN CAMPO – Coach Blengini sceglie per il test match, di schierare la diagonale titolare Giannelli e Zaytsev, come centrali Anzani e Mazzone, schiacciatori Lanza e Juantorena, libero Colaci. Lozano risponde con il palleggiatore Mao e l’opposto Jiang, al centro Chen e Rao, laterali Liu Libin e Ji, libero Tong.

PIU’ E MENO – Numeri alla mano è piuttosto netta la differenza tra le due squadre, dove l’Italia prevale nettamente in tutti i fondamentali a parte il muro (5 a 4): attacco al 53% (con un Lanza al 79%), contro il 37% cinese; 60% di ricezione positiva contro il 48% della Cina. Al servizio16 errori e ben 9 ace per gli azzurri, mentre per la Cina 12 errori e 4 ace. Mvp e top scorer Juantorena con 16 punti ed il 43% in attacco, ma ben 4 ace.

COSA VI SIETE PERSI – L’ace di Juantorena che chiude il primo set è una palla che spizza la rete e cade appena oltre in capo cinese. Lo schiacciatore italocubano si rende conto del colpo di fortuna favorevole e alzando la mano destra chiede scusa agli avversari. Fair Play.

LA GARA – Parte bene l’Italia doppiando gli ospiti 6-5, ma Zaytsev fatica a passare e la Cina si riporta sotto per poi sorpassare 8-9 ed allungare con l’ace di Jiang 10-14. La pipe di Lanza risveglia gli azzurri, Juantorena dai 9 metri mette in difficoltà i cinesi, che si vedono riprendere sul 14 pari. Il doppio ace di Zaytsev consegna il definitivo sorpasso all’Italia, che allunga con Lanza e chiude con Juantorena.

Nel secondo set l’avvio è più equilibrato, anche se è sempre l’Italia a mettere avanti la testa, riuscendo ad allungare 11-7 con Juantorena. L’italocubano e Lanza spingono ed il margine incrementa ancora, Lozano esaurisce i tempi a disposizione dopo l’ace di Zaytsev che vale il 17-10. Distanza di sicurezza per gli azzurri che chiudono senza troppi patemi, con un attacco di Zaytsev.

Terza frazione che inizia meglio per la Cina, che si porta 5-7, ma l’Italia alza il muro con Mazzone e Giannelli e sorpassa portandosi a +2 (10-8). Raddoppia il margine con la pipe di Lanza, Lozano prova ad invertire la rotta con dei cambi e con i time out. Liu non vuole arrendersi e prova a tenere in gioco i compagni, ma Juantorena non ci sta e mantiene il margine, poi chiude il neoentrato Randazzo, con un ace.

Mondiali 2018: Via al contest Instagram #IOTIFOAZZURRO

Sostieni Volleyball.it