L’Anderlini si racconta attraverso il suo primo bilancio di sostenibilità

Quella di domani sarà una serata storica per la Scuola di Pallavolo Anderlini che, grazie al sostegno di BPER, radunerà al Forum Monzani di Modena quasi 700 persone per presentare il suo primo bilancio di sostenibilità.

Oltre ai numerosi atleti e alle loro famiglie, tra sponsor, autorità e volti di tutta la pallavolo modenese, saranno con noi anche il Presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini e il Presidente della Fipav Pietro Bruno Cattaneo. Proprio Bonaccini e Cattaneo, insieme al Presidente della S. di P. Anderlini  Marco Neviani, avranno l’onore di aprire la serata.

Sarà poi il turno di Angelo Lorenzetti, allenatore della formazione di Serie A1 Maschile dell’Itas Trentino Volley e nel cuore di tutti i modenesi dopo i molti anni passati sulla panchina geminiana. Da sempre amico della Scuola di Pallavolo Anderlini, Lorenzetti spiegherà che cosa significa essere scuola di pallavolo, parlando di team, di scuola e di sport come luogo di divertimento.

A seguire Antoine, l’unica e inconfondibile voce della pallavolo a Modena, racconterà la Scuola di Pallavolo Anderlini dalle origini ad oggi, ricordando i momenti più significativi di questi 35 anni di storia.

Ma la S. di P. Anderlini non è solo pallavolo, il suo impegno in ambito sociale è sempre più attivo con grande impatto sul territorio e la comunità. Giovanni Esposito, Segretario Generale Badminton Italia e docente della Scuola dello Sport del CONI, condurrà il capitolo della società sportiva come società di servizi.

Successivamente grandissimi sportivi quali Andrea Zorzi, Carmen Turlea e Angelo Lorenzetti siederanno ad una tavola rotonda condotta dal giornalista Paolo Reggianini per parlare dei valori da portare in campo.

La serata poi si concluderà con l’intervento di Rodolfo Giovenzana, fondatore della Scuola di Pallavolo Anderlini, che presenterà pubblicamente “Oltre la Rete”, progetto formativo-educativo di sport e cooperazione internazionale destinato ai giovani di due specifiche zone in Etiopia.

Giovedì 6 febbraio si prospetta quindi essere una grandissima serata, ricca di storia, sport e valori. Sono ancora disponibili gli ultimissimi posti, l’invito è libero e aperto a tutti fino ad esaurimento dei posti stessi. Coloro che volessero prendere parte a questo grande evento possono confermare la propria partecipazione scrivendo a fstradi@scuoladipallavolo.it .

Sostieni Volleyball.it