Legnano: Paradosso. La Sab non paga Pistola per aver… fatto scelte tecniche?

PARADOSSO - Niente stipendi per aver fatto scelte tecniche?

MODENA – In attesa di sapere se in Lega a metà di gennaio sono arrivate eventuali segnalazioni su mancati pagamenti delle atlete giallonere, situazione di cui all’estero si fa un gran parlare, ieri su La Prealpina Andrea Anzani scrive: “Intanto la Sab Legnano ha aperto ieri un contenzioso in Lega con l’ex tecnico Andrea Pistola cui il club imputa la responsabilità della rescissione del contratto di Drews a causa dell’utilizzo saltuario della statunitense e di aver fatto scelte tecniche che avrebbero compromesso il clima e determinato una rottura nello spogliatoio. Nell’informare
la Lega, il club giallonero ha comunicato la volontà di non pagare al tecnico le mensilità maturate e di quelle spettanti senza una preventiva quantificazione del ‘danno arrecato’, ma di essere disposto a una transazione”.

Insomma la società imputa al tecnico le scelte tecniche fatte? Se la Lega Pallavolo Femminile passerà questo principio chi garantirà ai tecnici di poter svolgere il proprio lavoro?

Intanto altro temporale sul club lombardo, si legge infatti che “La Procura della Repubblica di Como ha chiesto il fallimento per insolvenza del Casinò di Campione d’Italia, partner del club giallonero dal marzo 2017. L’ipotesi è di peculato sui conti della società di gestione della casa da gioco. Tale società è partecipata al 100% dal Comune di Campione d’Italia e dovrebbe garantire all’ amministrazione pubblica un contributo di 700mila euro ogni dieci giorni, che non viene versato da mesi, tanto che il credito del Comune ammonta a circa 25 milioni di euro. In più, a convincere la procura a chiedere il fallimento vi sarebbero debiti nei confronti delle banche per altri 25 milioni di euro”.

Sostieni Volleyball.it