Macerata: L’emozione di Federica Stroppa al debutto in A2

49
Federica Stroppa

MACERATA – Rotto il ghiaccio con l’esordio in casa, ora la CBF Balducci HR Macerata si prepara anche al battesimo del fuoco in trasferta, contro la Green Warriors Sassuolo. Si riparte dalla bella prestazione contro Ravenna, che ha mostrato una squadra forte e con tanta voglia di fare. Come quella di Federica Stroppa che domenica ha fatto il suo esordio in Serie A2. “Ero molto emozionata, per me è stato davvero bello anche perché lo aspettavo da tanto” ha dichiarato l’opposta.

Federica, che esordio è stato per te quello in Serie A2? “È stato un esordio speciale perché fin da quando sono arrivata a Macerata ho respirato un clima di serenità e familiarità che mi ha fatto sentire subito a mio agio. In un mese e mezzo ho avuto la possibilità di condividere momenti che derivano da una sintonia che non è sempre facile trovare in un gruppo nuovo. Con le altre ragazze si è creato un bellissimo rapporto di squadra che ha reso tutto più semplice.”

Per quanto riguarda la squadra, che impatto ha avuto la CBF Balducci nel campionato? “Una prestazione sicuramente positiva e, per certi versi, stupefacente. Non è da tutti avere la tenuta mentale che la CBF Balducci ha dimostrato domenica, soprattutto nei primi due set dove abbiamo avuto dei momenti di difficoltà, in cui Ravenna ha difeso tantissimo e ha imposto il suo gioco. Abbiamo mostrato grande forza e voglia di aiutarci a vicenda e insieme ne siamo uscite alla grande.”

Hai parlato del clima trovato a Macerata, che aspettative c’erano da parte tua, visto che arrivavi in una società ed in una categoria nuove? “Mi avevano parlato bene di Macerata come città e come società. Quando sono arrivata ho avuto la conferma delle belle cose che si dicevano, a partire dalla disponibilità della dirigenza, delle persone molto accoglienti sin da subito che mi hanno fatto sentire a casa.”

Domenica si affronta Sassuolo, che partita sarà secondo te? “Sarà una partita complicata, anche perché è la prima trasferta stagionale, ma credo che se entriamo in campo con il piglio giusto possiamo portare a casa un risultato positivo. Dobbiamo stare attente, avere pazienza quando serve, ma anche il giusto cinismo e la voglia di vincere.”

Sostieni Volleyball.it