MARTINA FRANCA – In casa Stamplast si guarda al prossimo impegno di campionato di Macerata (anticipo della seconda giornata, diretta Sky Sport 2 dalle ore 18.15) lavorando sodo su quelli che sono gli aspetti tecnico-tattici che occorre migliorare rispetto alla prima uscita con Perugia.

“La gara di domenica ci ha lasciato l’amaro in bocca. E’ vero che potevamo perdere sonoramente dopo i primi due set ma successivamente abbiamo anche sperato di vincere la partita dopo il 2-2 e nel momento in cui al tie-break ci trovavamo in vantaggio per 10-7” dichiara il palleggiatore Manuel Coscione che è fiducioso sulla crescita qualitativa della sua squadra: “Possiamo solo crescere, sopratutto in attacco dove abbiamo sparato tanti palloni fuori e ci siamo presi tante murate secche specie, nei primi due parziali. Anche a muro siamo stati un po’ disordinati, insomma in questa settimana abbiamo avuto un bel po’ di materiale sul quale lavorare. L’approccio al campionato è stato comunque positivo perché gare come quelle con Perugia si possono perdere per tre a zero ma noi ci siamo ripresi, abbiamo reagito e giocato con maggiore lucidità. Sicuramente abbiamo pagato dazio alla tensione dell’esordio davanti al nostro nuovo pubblico”.

L’analisi tecnica di Coscione prosegue parlando dell’intesa con i compagni di attacco: “E’ normale che ci sia da migliorare l’intesa con i compagni considerato che siamo tutti nuovi. C’è da lavorare sulla palla alta così come sulla gestione del contrattacco ma anche sulla difesa che ci deve permettere di ricostruire un’azione in grado di farmi mettere gli attaccanti nelle migliori condizioni per schiacciare.”

Sulla trasferta di sabato l’idea è di far bene: “Macerata è un brutto cliente, noi siamo in rodaggio, c’è qualche piccolo problema fisico, ci manca un terzo martello italiano ma siamo sicuri che cresceremo partita dopo partita e già contro la Lube faremo un passo in avanti”.