Milano: All’inferno e ritorno. Parla patron Caserta: ”Milano, ancora ni”

Antonio Caserta, presidente Asystel, mette un interrogativo all'iscrizione di Milano: ''Non è ancora detta l'ultima parola. Nei prossimi giorni devo paralre con giocatori e mondo della pallavolo. Non c'è da salvare solo Milano. Mastrangelo? Spero capisca cosa significa diventare una bandiera di Milano"

MILANO – Alla fine complimenti, vi siete iscritti. Milano c’è. “Iscritti? ferma, ferma. Penso che in questo momento se si sta zitti è meglio”.

Ma il comunicato della Lega dichiara che “Milano c’è”? “Guardi io mi auguro di poter andare avanti, anche se per arrivare a questo punto ho dovuto ingoiare dei rospi… Sia chiaro, sono felicissimo. Ma prima dell’ultima parola voglio parlare domani e nei prossimi giorni con giocatori. Domani incontrerò Vergnaghi, uno che in questi anni mi ha sempre aiutato, poi forse anche con Zlatanov. Ma sa qual è il mio augurio?”

No, me lo dica. “Mi augurerei che domani, un atleta rappresentativo della nostra pallavolo come Giani, per fare un nome, mi chiami per dirmi che è disposto a venire a Milano alle condizioni che ho esposto in questi giorni”.

Ma parlare con i giocatori ed esporre il suo progetto di riduzione costi è così difficile? “Mah, se avessi come contraltare una associazione giocatori avrei già definito il tutto”

Ma Mastrangelo? “Mi auguro che comprenda cosa può significare diventare la bandiera di una squadra della città di Milano, altrimenti…”

Ma Presidente coma mai il suo grido di dolore è stato lanciato per primo dal nostro sito, solo nella giornata di giovedì? Perché non si è partiti prima? “Mah, guardi. Quando giovedì scorso mi ha chiamato Andrea Anzani della Prealpina, mi sono lasciato andare ad uno sfogo. Gli ho fatto una mia confessione. Per come ci ha seguito professionalmente in questi anni glielo dovevo. Ma il nostro allarme, le mie minacce sono precedenti a questa settimana. Già due anni fa e già lo scorso anno avevo lanciato il grido. E la sa una cosa?”

Dica, dica… “Io sono nella Commissione Costi della Lega, ma in un anno di commissione non è stato fatto nulla. Dopo due, tre riunioni ho capito che non c’era la volontà di cambiare nulla. Ogni anno c’è qualcuno che rincorre l’Eldorado che non c’è”.

Vabbè, però anche voi… “Guardi noi forse abbiamo fatto degli sbagli, prima perché distratti dal dopo finale scudetto di un anno fa, un traguardo che ci ha forse forviato; poi quest’anno c’è stata la finale delle donne, di cui siamo sponsor. Ma ora bisogna guardarsi dentro. Io oggi ho fatto un gesto di apertura verso lo staff della mia società, i giocatori, i tifosi, ma aspetto di parlare con giocatori e anche il resto del movimento per capire. Bisognerebbe però istituire una commissione per affrontare i mali della pallavolo. Magari anche con giocatori, arbitri, dirigenti e giornalisti. Purtroppo però qui c’è una Fipav che latita e una Lega che non prende posizione perché dimissionaria”.

Ma è vero che in questi giorni ha verificato anche la possibilità di trasferirsi a Roma? “Sì, è vero. Ho provato a verificare anche quella strada”.

Insomma, alla fine al via ci siete? “Oggi mi sono arrivate anche 12 email di tifosi, ma sarebbe bello se poi invece di essere 200 gli abbonati diventassero 500. Poi la sa un’altra cosa? Mi ha chiamato Teddy Tedeschi. Mi ha detto: ‘Presidente, io non so se sarò con voi il prossimo anno, però se posso fare qualche cosa…’ Capito? Guardi alla fine le leggo un messaggio trovato nei Baci: ‘La passione tinge di rosa tutto quello che tocca’. La mia passione per questo sport alla fine mi fa vedere rosa. Ma il mio progetto prevede che chi accetterà lo faccia per garantire un futuro, non solo a Milano”.

 —-

Le squadre che hanno presentato alla Lega Pallavolo serie A maschile la documentazione per l’iscrizione al campionato.A-1 
Macerata
Cuneo
Modena
Latina
Ancona
Montichiari
Perugia
Parma
Trentino
Milano
Piacenza
Treviso
Ferrara

La Magna Grecia Taranto non ha presentato domanda di iscrizione.

A-2 
Verona
Gioia del Colle
Lupi Santa Croce
Agnone 
Callipo Vibo Valentia
Cosenza
Asti
Grottazzolina
Trieste
Lamezia
Loreto
Crema
Schio
Padova
Forlى

La Roma Volley non ha presentato domanda di iscrizione.

Cessione e acquisizione di titoli 

La Sempre Volley Padova ha chiesto il ripescaggio in serie A1

Il Tomei Livorno ha presentato la richiesta di cessione del titolo all’A.S. Lupi Santa Croce. L’Olimpia Finmek Padova, squadra neopromossa dalla B-1, ha presentato richiesta di cessione del titolo a Schio. Gabeca Brescia ha presentato la richiesta di cessione del titolo a Trieste. Cosenza, Crema e Agnone sono state promosse dalla B-1.