Milano: Andrea Giani, “Lube non in crisi. Giochiamo con sacrificio: vogliamo essere tra le prime 8”

Il tecnico della Revivre Axopower tiene alto il livello di attenzione contro i vice campioni del mondo di Civitanova

MILANO –  Meno due alla sfida con la Cucine Lube Civitanova per la Revivre Axopower Milano. Il PalaYamamay di Busto Arsizio aprirà i suoi cancelli ed il taraflex dell’impianto varesotto sarà il palcoscenico che ospiterà il confronto tra la compagine ambrosiana di Andrea Giani e i cucinieri, recenti vice campioni del mondo nella rassegna iridata polacca. Ritorna dunque in campo la Powervolley Milano dopo il turno di riposo del week end del 2 dicembre (il recupero della sfida con Trento si giocherà mercoledì 12 alle 20.30), ma torna in campo anche Civitanova dopo la delusione mondiale, che ha un po’ scosso il clima nell’ambiente marchigiano.

“Civitanova non è affatto in crisi: non dimentichiamoci che è arrivata seconda al Mondiale, mica ultima, e veniva da 10 vittorie consecutive”. Allontana ogni dubbio sull’argomento Andrea Giani che, sulle pagine de il Resto del Carlino, tiene alta l’attenzione dei suoi ragazzi per una partita che metterà a dura prova la compattezza tecnico-tattica e mentale della sua squadra. Non ci sta, infatti, il tecnico milanese a sottovalutare l’avversario che, nella scorsa estate, ha allestito un roster di altissimo livello, andando ad aggiungere campioni del calibro di Bruno, Simon e Leal a tasselli già perfettamente incastonati nella formazione cuciniera come Sokolov, Stankovic e Juantorena. “Siamo consapevoli che c’è una differenza tecnica molto alta – prosegue il coach – e, quando è così, noi dobbiamo guardare solo a noi stessi». Civitanova parte certamente sulla carta con i favori del pronostico, visti anche i precedenti che parlano di 8 vittorie su altrettante sfide contro Milano: ma se la Revivre Axopower ha “esorcizzato” Verona lo scorso 25 novembre trovando il primo successo contro gli scaligeri, ci proverà di certo anche contro la Lube. Il campo sarà il solo giudice del confronto e, a fare la differenza, potrà essere la voglia di dimostrare il proprio valore, ben consapevoli che Giani accetterà un’eventuale sconfitta «solo se mettiamo sacrifico e gli altri giocano meglio”.

Milano si prepara ad un finale molto arduo: dopo Civitanova, mercoledì il recupero con Trento per chiudere l’andata con la trasferta del 23 dicembre contro Perugia. “Sarà un finale molto ostico, però vogliamo essere ambiziosi ed entrare tra le prime 8 per disputare la Coppa Italia”.

Ci proverà la Revivre Axopower e lo farà con il suo timoniere Andrea Giani che prosegue il suo lavoro per portare Milano al livello delle big: “Ci stiamo provando, ma ci sono differenza di investimenti e sottolineo che le big d’Italia sono tra le top al mondo. Io ho a disposizione una rosa di talento con giocatori non ancora fatti e finiti ad altissimi livelli, ma siamo sulla strada giusta e stiamo trovando la nostra identità”

Sostieni Volleyball.it