Modena: Bednorz duro contro Heynen. “Mi ha detto cose stupide”

Bednorz e Heynen alla VNL

MODENA – Deve aver toccato corde che non sono piaciute in Polonia l’intervista a Bartosz Bednorz rilasciata nella giornata di ieri a Modena, in un post conferenza stampa.

Nel corso della giornata è infatti stata cancellata l’intervista video dal canale Youtube di Modena Volley (era qui) e un articolo sul portale polacco Siatka.org (era qui)

Cosa ha detto Bednorz parlando di nazionale? Nulla di ché in generale, ha manifestato il suo disappunto, la sua forte delusione sulla mancata chiamata al preolimpico e all’Europeo, che l’ha portato a rinunciare alla chiamata di Heynen per la World Cup.

Alla domanda ‘Pensi che entrerai nella lista per Tokyo2020?’ lo schiacciatore di Modena Volley ha fatto un passo indietro: “Per parlare del prossimo gruppo nazionale bisogna parlare di quello appena passato. Io ho fatto di tutto per esserci ma per l’allenatore non è stato abbastanza. Io non ho più argomenti, per me è stata una grossa sorpresa e non solo per me. Molte persone mi hanno chiamato per chiedermi il perché della mia esclusione. Per me è stata come una pugnalata nel cuore. E’ stato un periodo difficile, differente rispetto a quello di due anni fa perché so che ho fatto veramente di tutto gli e gli avevo dato (al tecnico, ndr) molte motivazioni per inserirmi nella squadra ma ancora una volta sono qui”.

“Ora sono in una delle migliori squadre del mondo, sono molto contento di essere qui con questo coach. Devo migliorare e forse tornerò in nazionale. Non sarà però una mia decisione. Io sono sempre pronto per andare in nazionale. Non andare alla World Cup è stata una mia decisione dopo che lui mi ha escluso da qualificazioni olimpiche ed Europeo. Penso che la mia sia stata una buona decisione. La nazionale è molto importante per me ma se io ho fatto di tutto ma poi lui mi ha detto cose stupide come mi ha detto, cosa posso fare di più? E’ molto difficile trovare le motivazioni dopo le sue parole”.

“Ho deciso così e non posso tornare indietro. Posso solo pensare al futuro, solo alla prossima stagione”.

Tutta l’intervista è qui, su Uno Volley

Sostieni Volleyball.it