Modena: Catia Pedrini. “Parliamo di sopravvivenza. Non abbiamo detto che Zaytsev ritorna”. Sartoretti svela la squadra

4598
Catia Pedrini e Giulia Gabana
Catia Pedrini e Giulia Gabana

MODENA –  In una conferenza stampa tenuta al PalaPanini, che ha riaperto le porte dopo più di 80 giorni dalla sfida a porte chiuse tra Leo Shoes Modena e Monza, il Presidente del club Catia Pedrini ha voluto evidenziare lo stato dell’arte della società.

In un excursus storico la Presidente ha ripercorso la storia del club degli ultimi anni, arrivando a stigmatizzare le attuali critiche piovute da parte della tifoseria per le mancate conferme di Holt e Rossini. “Oggi parliamo di sopravvivenza. Trovo scandaloso sentir parlare di secondo opposto o del perché non è stato rinnovato Holt in questa tempesta o di 4° o 6° posto. E’ giunto il momento di pensare al futuro, meglio esserci, o no?”

Sul momento: “Tutti i giocatori hanno rinunciato a parte dello stipendio dello scorso anno, tutti hanno capito. Il nostro pubblico ha pagato in anticipo dimostrando la propria fiducia. Alcuni sponsor hanno onorato al 100%, altri in difficoltà hanno chiesto riduzione, altri se ne sono approfittati e insieme ai mancati incassi hanno procurato una voragine”.

“Ad oggi nella colonna ricavi per la prossima stagione c’è una cifra, lo 0”

Sullo Zar…: “Non abbiamo detto che tornerà tra un anno. A certe condizioni non mi sento di garantire che tra dieci mesi noi saremo in grado di sopportare le due stagioni successive di contratto. Visto che i suoi presupposti hanno basi economiche, credo ci sarà del lavoro per il nostro studio legale”.

Una dichiarazione che evidenzia come l’amore non sia mai sbocciato. 

Sartoretti e Giani

Sartoretti e Giani hanno parlato poi di squadra e mercato. Il ds ha svelato il roster: “Orgogliosi del ritorno di Petric, di un giovane promettente come Daniele Lavia e la promozione in prima squadra del nostro giovane Rinaldi. In regia ci saranno Christenson e Salsi, al centro Mazzone e Bossi e i nostri giovani Sanguinetti e Truocchio (anche se uno dei due potrebbe andare in prestito) oltre all’arrivo di Stankovic. Nel ruolo del libero arriva Grebennikov ed è confermato Iannelli. L’opposto? Vettori è una possibilità”.

“Holt? Sapevamo della situazione. La problematica nasceva dall’accordo già fatto con Stankovic. Lui aveva dato la disponibilità per un ribasso dell’ingaggio, ma ci siamo detti arrivederci. Stankovic deve fare giuramento poi passaporto da italiano. Solo dopo la federazione seguirà il suo tesseramento, ma speriamo che l’iter si concluda in tempo utile anche perché se dovesse iniziare la stagione da straniero non sarebbe poi possibile cambiare la nazionalità in corsa”.

Su Zaystev : “Non c’è stato un accordo economico”.

Netto l’intervento di Giani, ottimista e carico: “Soddisfatto di quello abbiamo fatto. Io quando è scoppiato il covid ero certo di essere nella società migliore per superare questo momento. Sono ottimista perché  quello che ha fatto questa società è unico. Chi parla e critica questa società dovrebbe tacere”.

Sul mercato: “Non esiste nessun giocatore intoccabile”.

Sostieni Volleyball.it