Modena: Catia Pedrini tra presente e volley mercato. “I russi per Ngapeth? Erano qui per la Volleyball Nations League”

MODENACatia Pedrini e Giulia Gabana ospiti e protagoniste nell’ultima puntata della trasmissione televisiva modenese Barba & Capelli, condotta da Paolo Reggianini, hanno parlato dell’Azimut Modena, terza in classifica, dell’imminente finale di stagione e del futuro.

Nella trasmissione la 34enne figlia del compianto Marcello, ex presidente della Gabeca Montichiari, ha ufficializzato l’ingresso al 10% nel capitale sociale del club spiegandone le ragioni: “Ho detto sì a Modena perché quello che Catia ha costruito è unico e mi stimola” ha detto Giulia.

Su Radostin Stoytchev la Pedrini ha tracciato un suo ritratto “un uomo generoso, che con noi ha imparato ad aprirsi e spero riesca a farsi conoscere meglio per ciò che è davvero anche dalla squadra”.

Sul mercato ecco la situazione. Si apre con la bufala su una presunta spedizione russa presente domenica scorsa al PalaPanini per Ngapeth: “si trattava di delegati della federazione russa qui per la Volleyball Nations League, la nuova World League. Un sopralluogo a Modena dove la Russia giocherà l’ultimo turno di qualificazione” ha spiegato la presidentessa. A capo della delegazione c’era il segretario generale della Federazione Russa Alexander Yaremenko.

Si passa poi alle accuse di interferenza sul rinnovo di Simone Anzani mosse dal patron perugino Sirci: “Premesso che, nel caso, il giocatore sarebbe libero da vincoli contrattuali” ha puntualizzato la Pedrini, “ho già detto e ribadisco che mai Modena Volley ha parlato direttamente con giocatori sotto contratto, rivolgendosi sempre al club o al procuratore”.

Su Ngapeth e le mille voci: “Morta la suggestione di un super club a Parigi, che lo avrebbe comprensibilmente tentato, non c’è stata alcuna spinta in uscita, ed Earvin ha un contratto con noi”. Chiaro il messaggio per chi eventualmente volesse cercare di portarlo via da Modena nonostante i due anni ancora di contratto. 

Su Bruno Rezende: “E’ a Modena perché ama la città, perché c’è Earvin e perché ci sono io. Con lui non ci sono compartimenti stagni: appena sarà il momento parleremo e vi informeremo tutti”.

Su Argenta che sfoglia la margherita di fronte ad una proposta di rinnovo: “E’ un giocatore di valore, pensiamo stia meglio qui con noi ma qualcuno sostiene che gli convenga andare a giocare in un club di minori ambizioni. A questo punto dipende da lui”

Sostieni Volleyball.it