Modena: Catia Pedrini svela la panchina gialloblù. “Abdel Aziz? Perugia ci ha fatto spendere 120.000 in più”

MODENA – Alla trasmissione televisiva “Barba&Capelli” di Paolo Reggianini, sul canale televisivo modenese TRC  Catia Pedrini ha sostanzialmente chiuso il mercato del club gialloblù come specifica oggi Alessandro Trebbi su Il Resto del Carlino.

“Con Earvin eravamo già d’accordo a settembre. Lui insieme a Leal hanno convinto Bruno” ha raccontato il Presidente della società modenese che poi ha annunciato che Modena giocherà la seconda coppa europea, la Cev Cup, e non la Challenge come da qualificazione ottenuta coi play off di marzo e aprile.
Confermata poi la panchina: “Van Garderen (già confermato da Giani) e di Ngapeth junior, secondo alzatore sarà Salsi, secondo libero Gollini”

I tempi di Ngapeth e Leal. Sul francesegli avevo scritto un messaggio ad agosto, mi ha risposto a settembre dicendomi che se avesse risposto subito non sarebbe più riuscito a tornare a Kazan. Ci siamo allora sentiti al telefono e abbiamo subito fatto l’accordo per la prossima stagione, poi il procuratore, Sartoretti e gli avvocati hanno dovuto solo metterlo nero su bianco. A settembre 2020 era un salto nel buio, l’unico che ho fatto di recente”.

Su Leal: “Per Leal ci ha chiamato il suo procuratore prima della Coppa Italia, facendoci capire che il ragazzo aveva voglia di Modena. Evidentemente sentiva di dover cambiare, non ne conosciamo i motivi, li approfondiremo quando arriverà qua”.

Perugia fa lievitare Abdel Aziz. “Con Nimir tutto veloce, ma Perugia si è messa in mezzo, così abbiamo dovuto pagare i 120mila euro di buy out che inizialmente Trento non ci aveva chiesto”.

Coppa Cev. “Giocheremo la Coppa Cev, non la Challenge, la federazione europea ci ha concesso un salto di categoria, anche se non abbiamo ottenuto la wild card per la Champions. Probabile che questo salto sia concesso anche a Kazan, quindi ci contenderemo la coppa coi russi. I giocatori, Bruno sopra tutti, vogliono disputarla”.

Sostieni Volleyball.it