foto
MODENA – Presentata a Modena “Modenza”, che da oggi ha finalmente un volto e una identità precisa, quello di Liu Jo Nordmeccanica Modena.

La tabella del volley mercato di A1 femminile

All’unisono Antonio e Vincenzo Cerciello, padre e figlio, Presidente Onorario e Presidente e Amministratore Unico: “Siamo venuti qua per vincere e creare un sistema. Aziende vincenti, un indotto, portare e avvicinare famiglie… Si è deciso di fare una squadra di vertice perché qui si respira pallavolo h24. Non siamo qui per fare una operazione spot, ma un progetto vincente. Faremo divertire il pubblico modenese.”

Il Direttore Generale Giorgio Varacca: “Orgogliosi di questa operazione, orgogliosi di poter lavorare di più rispetto alla situazione precedente”.

Ancora da definire l’accordo per l’utilizzo del PalaPanini con Modena Volley.

La campagna acquisti ufficializzato oggi nel corso della conferenza stampa.

Arrivano dalla Normeccanica le schiacciatrici Marcon, Bianchini e Valeriano, la centrale Belien, il libero Leonardi, la seconda palleggiatrice Petrucci; da Liu Jo la palleggiatrice Ferretti e la centrale Heyrman.

Nuovi acquisti ufficializzati l’opposta Brakocevic, le schiacciatrici Oszoy e Caterina Bosetti, la centrale Garzaro e il tecnico Lorenzo Micelli.

—-
(l.muzz.) Molte delle cose sentite oggi in conferenza stampa a Modena i Cerciello e anche i Marchi, tre anni fa, le avevan già dette nelle rispettive piazze.
A Piacenza, poi, due anni fa il “vogliamo la Champions” fu il preludio per un altro annuncio, arrivato due giorni dopo: “chiudiamo”. La società proseguì invece il suo cammino – non senza allarmi – ed è arrivata sin qui.

Se è vero che la conferenza stampa odierna è un primo passo per rendere meno freddo l’innesto di Nordmeccanica in un territorio che ama la pallavolo ed è diffidente verso chi non dimostra questo amore, il distacco ancora rimane.

La mancanza totale di modenesità nella proprietà non è un ostacolo facile da sormontare. Al di là delle parole, solo i fatti ed il tempo potranno dare un valore a tutto ciò.

Resta un dato: Marchi e il marchio Liu Jo avrebbero lasciato Modena senza volley femminile, l’arrivo di Nordmeccanica ha quanto meno ritardato questa chiusura permettendo anche alla griffe tutta lustrini di Carpi di fare un primo passo indietro… In attesa di altri.