Modena: Con l’arrivo di Vinci si scioglierà in automatico il nodo del contratto Leal?

8132

MODENA – Uno dei nodi del mercato attuale di Modena, come peraltro riportato dalle cronache locali nei giorni scorsi in un momento di sofferenza finanziaria causata da due anni di difficile gestione legati anche alla pandemia, è l’oneroso accordo siglato un anno fa con Yoandi Leal.
Le cifre – sempre ufficiose in un mondo dove formalmente il professionismo non esiste – messe nero su bianco dal club di Catia Pedrini una stagione fa paiono fuori portata per tutti gli altri club di Superlega. Fuori mercato per chiunque, anche per un gruppo come la Lube che proprio un anno fa offrì al caraibico una cifra più che ragionevole – in un ambito di riduzione dei costi – della metà di quella che invece mise sul piatto il club emiliano per accaparrarsi lo schiacciatore.
Se la proprietà di Modena attuale non si “libererà” di quel contatto probabilmente dovrà optare per lasciar partire Abdel Aziz (che a inizio anno ha esercitato il buy out anche se ora non ha più San Pietroburgo a corteggiarlo) e proseguire anche la prossima stagione con Leal,  Ngapeth e il giovane Rinaldi, cercando di investire in un modulo “alla Trento” a tre martelli?
Il nodo, per Modena squadra, non per l’attuale proprietà, si potrebbe però sciogliere se subentrerà il manager milanese di stanza negli States Giuseppe Vinci.
Il possibile nuovo patron del club emiliano potrebbe infatti acquistare il titolo sportivo di Modena Volley con una ragione sociale nuova a cui i contratti per le prestazioni sportive dei giocatori non sono di fatto vincolati.
il dirigente si ritroverebbe nella necessità di firmare nuovamente tutti i contratti, rinegoziandoli o non confermandoli. Di certo non partirebbe però con obblighi e pesi esistenti.

Sostieni Volleyball.it