SEMIFINALE
CUCINE LUBE CIVITANOVA – AL-RAYYAN  SPORT CLUB 3-0 (25-15, 25-17, 25-22) – il tabellino

BETIM – Un anno dopo la Cucine Lube si conferma formazione di livello planetario riconquistando il pass per la finale del torneo iridato, la terza consecutiva.

Una conferma della qualità del club marchigiano – cosa mai scontata – sempre ad alto livello anno dopo anno. Anche se, ad onor del vero, e certo non per colpa del club di De Giorgi – il mondiale 2019 per la Lube si apre in realtà solo domani con la finale con il Sada.

Come doveva essere… Sfida tra campioni d’Europa e campioni di Sudamerica, in assenza di altri campioni continentali…

Intanto questa sera la Lube ha svolto il compitino, superando 3-0 il modesto Al-Rayyam messo alle strette sin dalle prime battute proprio con una pioggia di ace, 5 nel solo primo set.

Una gara a senso unico con i biancorossi, nettamente superiori fisicamente e tecnicamente alla formazione qatariota, nei primi due set. Più equilibrato il terzo set dove l’Al-Rayyan tenta il tutto per tutto forzando il servizio, ma la Cucine Lube è cinica nel finale chiudendo la questione Semifinale. Top scorer Yoandy Leal, trascinatore dei cucinieri con ben 18 punti (4 ace e 3 muri).

Domani, domenica (ore 16.30 italiane, diretta Sky Sport Uno e Arena) l’atto finale del torneo iridato contro i padroni di casa del Sada Cruzeiro, che nel pomeriggio hanno battuto con un secco 3-0 lo Zenit Kazan dell’ex Sokolov.

Per Juantorena e compagni l’occasione di alzare per la prima volta nella storia della Cucine Lube Civitanova il trofeo del Mondiale per Club, l’unico che manca alla ricchissima bacheca biancorossa.

SESTETTI – Fefè De Giorgi ripropone ancora una volta Simon e Bieniek al centro, Juantorena e Leal in banda, Bruno è in diagonale con Rychlicki, Balaso libero. Per l’Al-Rayyan Stevanovic-Marco Ferreira palleggiatore-opposto, Vukasinovic-Vinicius in banda, Abunabot e Faye centrali, Ouertani libero.

LA PARTITA – Impatto più che positivo sul match per i cucinieri: Leal e Bieniek trovano subito risposte efficaci dal servizio (6-3 e 8-4), la pressione dai nove metri della Cucine Lube Civitanova fa subito la differenza: Juantorena ne approfitta due volte (12-5) e Simon mette a terra due ace con palla morbida (17-8). I biancorossi allungano al +10 sull’errore di Vukasinovic, De Giorgi inserisce Ghafour (esordio nel Mondiale per lui, fermo nei giorni scorsi per un problema alla schiena) e D’Hulst per Bruno e Rychlicki nel doppio cambio, c’è tempo per un altro ace di Leal (22-12): il set si chiude 25-15. Leal top scorer con 7 punti, 71% in attacco per i biancorossi.

Nel secondo set sono ancora Bieniek e Leal a firmare in battuta a muro i primi break (6-4 e 10-7), lo schiacciatore cubano naturalizzato brasiliano è scatenato al servizio (14-11) annullando il tentativo di rimonta dell’Al-Rayyan che era arrivato anche a -1 con il muro di Ferreira (11-10). Da lì è di nuovo monologo Cucine Lube: Juantorena, Simon e Leal sono i protagonisti (18-13, 21-14), il parziale termina 25-17.

Nel terzo set c’è Kovar in campo per Juatorena, l’Al-Rayyan tenta una reazione con il servizio di Stevanovic (2-5), i qatarioti tengono il +3 fino al 5-8 poi Simon e Rychlicki agganciano (9-9), Bruno firma il sorpasso dai nove metri (10-9). La Cucine Lube Civitanova sembra riprendere la sua marcia (15-13) ma l’Al-Rayyan continua a trovare buone risposte dal servizio che mette in difficoltà la ricezione biancorossa (parziale di 0-4, 15-17, Ferreira protagonista). Bieniek trova un altro ace (17-17), rientra Juantorena per Kovar: ora è punto a punto, Diamantini (entrato a muro) a filo rete firma il 23-22, poi il solito Leal al servizio risolve la situazione (24-22), chiude un errore dei qatarioti 25-22.