foto
ECZACIBASI ISTANBUL – POMI’ CASALMAGGIORE 3-2 (25-19 20-25 25-19 22-25 15-11) – il tabellino

MANILA – Si spegne nei punti finali del tie break il sogno della Pomì Casalmaggiore che nella finale iridata perde con l’Eczacibasi Istanbul, una vera e propria all star ricca di stelle.

E’ una finale lottata con i denti e con gran carattere quella delle campionesse d’Europa, che hanno messo in mostra una crescita di gioco costante nel corso del torneo, iniziato proprio con la netta sconfitta con le turche di Massimo Barbolini e l’arrivo, dopo diversi rischi eliminazione, vittoria dopo vittoria, ad una finale merititatissima.

In finale il carattere della Pomì è stupendo. Ci crede la squadra campione d’Europa e lotta alla pari contro la corazzata turca fino al cambio campo, avanti 6-8 e poi 8-10 nel tie break.

Qui il break dell’Eczacibasi. che parte dal muro di Adams su Bosetti e manda al servizio la neo entrata, proprio per andare ai nove metri, Demir che procura un contrattacco e firma l’ace del 12-10. Kosheleva non perdona (grazie al Challenge che rileva un tocco del suo attacco), Larson trova il pallonetto del 14-11, Kosheleva mette alle strette la ricezione di Sirressi-Guerra che fa cadere il pallone finale del 15-11.

L’Eczacibasi si conferma campione del Mondo, la Pomì è d’argento, un argento che vale moltissimo e che ha legittimato la presenza delle casalasche di Caprara in finale.

Un applauso a Barbolini è d’obbligo. Ex coach di Casalmaggiore, campione d’Europa in carica, ora si conferma campione del Mondo.