Mondiale per Club F.: La fame delle Pantere. 3-2 alle brasilane del Minas

GIRONE A – 3. GIORNATA
IMOCO VOLLEY – MINAS ITAMBE’ 3-2 (25-17, 25-19, 20-25, 22-25, 28-26) – il tabellino

SHAOXING – Si chiude nel migliore dei modi il girone di qualificazione per l’Imoco Volley Conegliano al Mondiale per Club di Shaoxing: tre partite, tre belle vittorie per la squadra di coach Santarelli che è primo nel girone A e domani giocherà una semifinale da sogno contro un’avversaria ancora da definire, la seconda dell’incerto girone B (Tjanjin o Vakif, nel pomeriggio il responso).

L’ultima partita del girone è contro una vecchia conoscenza dell’Imoco Volley, coach Nicola Negro che nel 2014/15 è stato coach delle Pantere ed ora è sulla panchina delle campionesse del Sudamerica, le brasiliane del Minas Itambe’. All’Imoco (già qualificata per la semifinale dopo i primi due successi) servono due set per il primo posto sicuro, ma le mineire non vogliono lasciare il girone senza una vittoria dopo i KO con Eczacibasi e Evergande, che si giocheranno a seguire il posto in semifinale ancora libero.

Coach Santarelli opta per un turnover ampio, con Wolosz-Sorokaite, al centro De Kruijf e Ogbogu, schiacciatrici Geerties e Hill, libero De Gennaro.

Le brasiliane si dimostrano combattive fin dall’inizio (8-8) con i punti di Sheilla e Roslandy.
L’Imoco ha due giocatrici in stato di grazia, Robin De Kruijf (6 punti nel set con l’80% in attacco) e Kim Hill (75% in attacco), Ogbogu è solidissima in attacco e a muro, la difesa di De Gennaro e Geerties una sicurezza, e le brasiliane non riescono a tenere il ritmo: la fuga decisiva a metà set, con le Pantere che scappano dal 16-12 e un andamento ancora equilibrato, con una grande progressione fino al nettissimo 25-17 che mette subito Conegliano in fiducia.

Il secondo set vede le due squadre combattere dopo un paio di tentativi di fuga dell’Imoco. Wolosz si appoggia molto su Hill (5 punti nel set), mentre è Ogbogu in questo set la centrale di riferimento (5 punti con il 75% e 2 muri nel set), ma Bruna risponde sempre con Rosalndy e Thaisa e la gara resta equilibrata fino al 17 pari. Da quel momento sale in cattedra una Kim Hill in forma strepitosa anche stasera. Suo il break in battuta (2 aces) che lancia l’Imoco verso la conquista del secondo set e del primo posto nel girone. I servizi della bionda di Portland scatenano il gioco delle Pantere che possono scappare via decise fino al 25-19 che regala il primo posto nel girone in vista della semifinale di domani, che sarà quindi contro la seconda del girone A.

Con in tasca i due set necessari e il conseguente meritatissimo primo posto nel Girone A, viene dato spazio a tutte le atlete che hanno giocato meno in questo Mondiale, completando il turnover iniziale con l’ingresso di Enweonwu come opposto (Indre Sorokaite spostata in banda), Botezat al centro, Gennari al palleggio con Fersino libero. L’Imoco continua a giocare su alti ritmi, Chiaka Ogbogu mura per il 4-2, poi giganteggia la centrale Thaisa che rilancia il Minas fino al 5-7. Ma Sorokaite è una sentenza in attacco e trasforma bene gli assist di Gennari e Conegliano torna avanti 8-7. Le brasiliane crescono in attacco, con Acosta e Bruna protagoniste, ma l’Imoco risponde con le belle difese di Geerties e Enweonwu e i punti di una vivacissima Ogbogu (13-13). Altro allungo delle sudamericane con McClendon, 16-19. Il sestetto di coach Santarelli accusa un black out e due errori in attacco delle Pantere regalano una vera e propria fuga a Bruna e compagne, che volano fino al 16-22. I ripetuti time out del tecnico gialloblù fanno ritrovare ordine e concentrazione: Terry Enweonwu colpisce da seconda linea, Botezat spara l’ace, Ogbogu va a segno al centro ed è -3 (19-22). Ora è il coach trevigiano Nicola Negro a chiedere time out. Stavolta il Minas non si fa sorprendere e chiude con Mclendon e Conceicao per il 25-20 che riapre i giochi.

Nel quarto set parte bene Indre Sorokaite, efficace anche da posto 4, ma dall’altra parte il Minas ha preso entusiasmo e risponde con Bruna (5-5). Si fa sentire a muro la potenza di Botezat, poi Sorokaite (5 punti nel set) allunga ancora (8-6). Giulia Gennari alza il ritmo in stile-Wolosz, offre a Geerties il contrattacco del 9-6, poi Enweonwu mura (10-8), ma il Minas è in grado di rispondere e resta vicino. La fase centrale vede le Pantere scappare via con Terry Enweonwu protagonista in attacco e soprattutto in battuta, suo a suon di ace l’allungo fino al 17-13. L’americana Ogbogu fa vedere le sue doti in attacco, poi Sorokaite mura (19-15) e le Pantere sono avanti prima dello sprint finale. Gennari in regia fa viaggiare bene le sue attaccanti dando sicurezza al cambio palla gialloblù. Ma le brasiliane non ci stanno e mettono pressione, tornano sotto minacciose costringendo coach Santarelli al time out sul +1 (20-19). Ancora Enweounwu va a segno (set fantastico per la giovane azzurra con 12 punti personali e il 55%!), ma Thaisa fa valere i suoi centimetri e pareggia a quota 21, poi sorpassa con attacchi siderali 21-22. Ora è un duello tra Enweonwu e Thaisa, poi con carattere le brasiliane vanno avanti: Bruna va a segno a muro due volte per il 22-25 che manda la gara al tie break.

Il quinto set è un pieno di emozioni. Il primo mini allungo è di Conegliano (6-4) con Enweonwu, che gioca con grande autorità variando i colpi, suo anche l’8-6. Il sostegno dei tifosi gialloblù è incessante anche in Cina, mentre il gioco però si fa improvvisamente falloso: un paio di errori delle campionesse d’Italia e c’e’ il time out quando il Minas mette la testa avanti 9-10. Conegliano ora fatica in attacco e Mclendon spara il +2 (9-11). Il Minas vuole la prima vittoria del torneo e spinge al massimo in battuta limitando alla fonte il gioco gialloblù, che si fa complicato (10-13) prima di un super muro di Ogbogu (11-13). Ma Mclendon e compagne forzano ancora, 11-14. E’ finita? Neanche per sogno, le Pantere quest’anno non vogliono perdere, mai: annulla due match point con la “solita” Enweonwu.e il terzo con Sorokaite (18 punti alla fine) dopo una grande difesa. Le Pantere si ribellano alla prima sconfitta stagionale e vanno a muro con Botezat: 15-14, match point, ma Ogbogu sbaglia la battuta. Iniziano una serie di colpi di scena che sembrano infiniti: Indre Sorokaite d’esperienza va a segno per il 16-15. Annulla Mclendon. Nella corrida finale torna il match point brasiliano con Acosta (17-18), ma annulla Enweonwu (alla fine 23 punti all’esordio in un Mondiale con 6 ace). Si va avanti in altalena, ancora Enweonwu da seconda linea sigla il 20-19, ma il Minas annulla ancora. Le due squadre non hanno la freddezza per chiudere i numerosi match point, sul 22-23 l’Imoco si salva con difesa e un altro gran muro di Botezat, poi Enweonwu annulla l’ottavo match point Mineiro. Ma anche l’Imoco non chiude dopo l’ace di Sorokaite. per fortuna c’è sempre una grande Botezat, che ne annulla un altro a muro (26-26). Il carattere gialloblù si sprigiona definitivamente con Geerties in attacco e Ogbogu a muro (il 7° per lei, con 20 punti) che permettono alle Pantere di vincere dopo un tie break-maratona la loro quindicesima partita consecutiva dall’inizio della stagione!
28-26 il finale per un’indomita Imoco Volley che, nonostante la gara non fosse influente per la classifica dopo i due set vinti, ha dimostrato una volta di più tutto il suo carattere e la compattezza di una squadra forte in tutti i suoi elementi, capace di vincere la 15° partita in fila da inizio stagione.

Sostieni Volleyball.it