Mondiale per Club: La Lube domina la sfida con il Fakel ed è prima

1292
Bruno palleggio per Simon
Bruno palleggio con Simon

Pool A – 3° giornata
Fakel Novy Urengoy – Cucine Lube Civitanova 0-3
(17-25, 18-25, 19-25) – il tabellino
Fakel Novy Urengoy: Kolenkovskii 1, Ananiev 1, Getman 1, Kolodinskiy 0, Udrys 8, Iakovlev 3, Bogdan 4, Rukavishnikov 0, E.Shoji (L), Volkov 6, Petrushov (L), Shenkel 5, Kliuka 4 Kimerov 2. All. Placi.
Cucine Lube Civitanova: Sokolov 9, D’Hulst 0, Marchisio (L), Juantorena 14, Massari 1, Stankovic 7, Diamantini 0, Leal 11, B.Sander 1, Cantagalli 0, Cester 0, Simon 11, Bruno 0, Balaso (L). All. Medei.
ARBITRI: Bernaola, Espicalsky.
NOTE – durata set: 22′, 25′, 25′; tot: 72′.

PLOCK – La Cucine Lube Civitanova conquista la terza vittoria in altrettante gare nel Gruppo A del Mondiale per Club e conquista definitivamente la vetta del girone: alla Orlen Arena di Plock secco 3-0 per gli uomini di Medei contro il Fakel Novy Urengoy di Placì, mai in grado di impensierire i cucinieri per tutto l’arco della gara.

Muro e servizio Lube fanno la differenza per tutta la gara (10 muri e 6 ace per Stankovic e compagni), l’attacco biancorosso viaggia sempre sopra il 60% e 21 errori punti dei russi nel corso della gara fanno il resto. Top scorer Juantorena con 14 punti (71% in atttacco), seguono Leal e Simon a quota 11.

Prossimo appuntamento per la Cucine Lube Civitanova, che domani viaggerà alla volta di Czestochowa, sede della Final Four, la Semifinale di sabato (ore 17.30) contro i polacchi dell’Asseco Resovia, arrivati secondi nel Gruppo B (vinto da Trento che affronterà quindi il Fakel in semifinale sabato sera).

SESTETTO – Consueto sestetto per Medei con Bruno-Sokolov, Stankovic-Simon al centro, Juantorena-Leal in banda, Balaso libero. Placì parte come al solito con Kolodinskiy in palleggio, Udrys opposto, Ananiev e Iakovlev al centro, Kliuka e Volkov (la coppia della nazionale russa) a schiacciare, l’americano Shoji libero.

LA PARTITA – L’impatto della Cucine Lube Civitanova sul match è devastante per i russi: i muri di Juantorena e Sokolov scavano subito il break (11-5), la correlazione con la difesa funziona perfettamente il Fakel non riesce ad andare oltre il 35% finale in attacco nel parziale. Simon e Sokolov dai nove metri allungano ancora (15-7 e 18-9), Stankovic imperversa in attacco (100% e 4 punti totali con 2 muri per il capitano) e i biancorossi chiudono senza problemi 25-17. L’attacco di squadra è al 62%.

Il Fakel prova a reagire in avvio di secondo set guadagnando il primo break della gara (2-4) con Volkov, ma la Lube sembra avere una marcia in più stasera e prima aggancia e sorpassa con Sokolov (10-9) poi c’è lo show di Simon in contrattacco e al servizio (6 punti nel set con 1 ace) a guidare la Lube fino al 18-13. Break importante che mette in condizione l’opposto bulgaro e Juantorena (5 punti a testa) di regalare il secondo set ai biancorossi con il 25-18 finale.

Nel terzo set Placì rivoluziona la squadra inserendo tutte le seconde linee a sua disposizione in panchina, cambiando totalmente il volto alla squadra. Strada in discesa per la Cucine Lube Civitanova, è subito 1-5 con il muro di Bruno. Leal, Juantorena e gli errori del Fakel spingono i biancorossi sul 16-8, Medei inserisce nel cuore del set anche D’Hulst e Cantagalli per Bruno e Sokolov, c’è spazio anche per Cester, Massari, Diamantini, Marchisio e Sander nel corso del parziale, gestito senza sussulti dai cucinieri che, nonostante la girandola di cambi, chiudono tranquillamente 25-19.

Sostieni Volleyball.it