Finale 1° posto
Cucine Lube Civitanova – Trentino Diatecx 1-3 (20-25 25-22 20-25 18-25) – il tabellino

CZESTOCHOWA – Trento campione del Mondo per la quinta volta della sua storia. La Trentino Diatecx vince la finale del Mondiale di Czestochowa superando nella finale la Cucine Lube versione All Star per 3-1.

Un successo contro pronostico che Trento ha meritato sul campo dopo quattro set appassionanti, merito delle due squadre capaci di regalare picchi di gioco eccezionali.

PIU’ E MENO – Al termine di una partita equilibrata per quasi l’interezza dei quattro set – la Lube ha mollato la presa solo nelle fasi finali del quarto set quando il muro di Trento è salito in cattedra – l’equilibrio si rincorre: muri 13 a 12 per la Lube, ricezione positiva al 58% per entrambe le squadre, perfetta 11% Trento, 8% Lube, ace 4 a testa, errori: 25 di Trento, 26 quelli della Lube. Lo squilibrio si tocca in attacco: 57% vincenti contro 44% di Trento sulla Lube, nel computo delle battute sbagliate: 17 di Trento, 12 sella Lube.

A livello individuale. PIU’. Nella Lube spicca il 62% di Simon (8/13, 2 muri subiti, 0 errori). Il cubano ci ha messo anche 4 muri ed è tornato a far male al servizio: 2 ace e turni decisivi. MENO: 29% di Leal, 35% di Juantorena. La diagonale mette a segno in totale 13 punti in attacco su 40 palloni 12 pallone negativi: 7 errori, 5 muri subiti. Trento: PIU. Candellaro mette a segmo 6 muri, quelli nel quarto set sono decisivi. Per lui 4 su 5 in attacco; Uros Kovacevic è in stato di grazia: 61% in attacco, ne mette a terra 14 su 23, subisce 4 muri ma non fa un errore. In tutto questo tiene più del 50% della ricezione della squadra 38 palloni su 72, 42% di positiva, solo 2 errori. Lisinac: 9 su 13, 3 muri. Bene anche Russell: 55%  in attacco (18/33, 7 palloni negativi) ricezione all’85% di positiva, 1 muro, 1 ace.

SESTETTI – Trentino Diatecx si presenta in formazione tipo al cospetto degli oltre quattromila spettatori della Hala Sportowa di Czestochowa: Giannelli in regia, Vettori opposto, Kovacevic e Russell in posto 4, Lisinac e Candellaro al centro e Grebennikov libero. La Cucine Lube Civitanova risponde con Bruno al palleggio, Sokolov opposto, Juantorena e Leal schiacciatori, Stankovic e Simon centrali, Balaso libero.

LA PARTITA – L’avvio di Trento è molto efficace: 2-5, 5-8. Lisinac mette le mani a muro e si fa sentire: 10-14. La Lube torna a farsi sentire. Trento gioca sul muro di Bruno e trova varchi con Kovacevic: 17-22. Arriva il doppio cambio della Lube ma la Trentino Diatecx chiude la sfida 20-25 con Lisinac che non perdona una palla a rete.

Trento ancora avanti nell’avvio di secondo set (1-3).  Kovacevic fa il faro: 7-9, poi Simon spacca il set da 7-9 a 11-9 al servizio. Vettori impatta: 11-11. E’ punto a punto fino al break di Russell: 16-15. Con Candellaro a muro e Kovacevic in attacco Trento si tiene avanti 19-21. La Lube impatta con i muri di Leal e Stankovic (2 su Kovacevic) 23-22. Il set si chiude con il muro di Simon su Russell 25-22.

Ancora tanto equilibrio nel terzo set. Trento è fallosa al servizio e questo agevola inizialmente la Lube (8-8). Un ace di Russell vale il primo allungo: 8-10. Vettori si vendica su Leal e gli rende un muro a uno. Chiude verso il dentro la spalla destra e il muro mette la palla nel centro del campo Lube: 13-16. D’Hulst rileva Bruno e la Lube torna 16-16. Ma è un attimo: Trento torna subito avanti grazie al buon momento di Candellaro: 18-21 due muri su Juantorena servito dal rientrante Bruno dopo la chiusura del doppio cambio. Lisinac spinge fino al 20-24, un errore di Sokolov (attacco diagonale out) vale il 20-25.

D’Hulst parte titolare nelle fila della Lube, ma Trento riparte di slancio sempre con Candellaro (muro su Sokolov) e Kovacevic in attacco 1-4. Stankovic impatta 5-5. Le squadre restano a contatto superandosi a più riprese: 12-10 Lube (muro di Stankovic a uno su Vettori), 13-14 attacco out di Sokolov. L’ultima parità è quella del 15-15 con Russell che chiude in attacco. Kovacevic al servizio da il via al successo trentino con due ace: 15-19. Torna Bruno per D’Hulst. Il +4 si amplia con i muri di Trento. Candellaro ferma Stankovic. Russell mura Sokolov: 17-23. Medei è seduto in panchina. La Lube non ci crede più.

Video – La premiazione