BARI – Giornata di vigilia per le azzurre, che domani iniziano nel PalaFlorio di Bari gli incontri della seconda fase contro l’Azerbaijan  (ore 20 diretta su RaiSport1).

Poi a seguire, Piccinini e compagne affronteranno giovedì 2 ottobre il Belgio, sabato 4 il Giappone e domenica 5 la Cina. Dopodichè si faranno i conti e si vedrà se le ragazze di Marco Bonitta avranno centrato l’obiettivo di entrare nella Final Six del Forum di Assago. In quel caso potranno iniziare a sognare.

Il tecnico azzurro ha tracciato un bilancio della prima fase ed ha parlato degli impegni importantissimi che attendono la formazione tricolore: “Bari ci ha accolto benissimo. Siamo certi che domani sera insieme a noi ci sarà un pubblico caloroso pronto a sostenerci con affetto – ha esordito  il ct ravennate -. Qui giocheremo quattro partite che contano, quelle che ci diranno quale sarà il nostro futuro. Sin dalla prima gara con l’Azerbaijan si vedrà di che pasta siamo fatti: speriamo di essere di un buona pasta.”

“Il bilancio della prima fase per me è molto buono – ha aggiunto Bonitta -. Nessuno è perfetto. Abbiamo dimostrato di avere spirito di squadra, senso di appartenenza, gruppo coeso. Dal punto di vista tecnico abbiamo fatto cose belle, in alcuni momenti per merito degli avversari non ci sono riuscite quelle che avremmo voluto fare. Però per me il il bilancio è più che positivo.”

“Delle prossime avversarie conosciamo molto, se non quasi tutto – ha concluso il tecnico delle azzurre -. Alcune le abbiamo già incontrate, altre le abbiamo viste giocare più volte. Sono quattro formazioni molto diverse tra di loro. Le squadre asiatiche hanno delle particolari caratteristiche, mentre le altre due sono europee.”