Mondiali F.: Finale 1° posto. Serbia campione del Mondo. 3-2 all’Italia

FINALE 1° POSTO
SERBIA – ITALIA 3-2
(21-25 25-14 23-25 25-19 15-12) – il tabellino 

YOKOHAMA – Serbia campione del Mondo. L’Italia fa il suo, ma oggi la nazionale di Boskovic e c. ha messo in campo una maggior esperienza, ad iniziare dalla regista Ognjenovic capace di gestire al meglio le sue attaccanti.

Resta l’argento alle nostre. Chi l’avrebbe mai detto solo un mese fa? E’ un argento che vale, tanto, tantissimo. L’Italia torna sul podio, la seconda volta dopo l’oro del 2002.

I PIU’ E I MENO – Egonu è ancora il faro, 33 punti per lei, 50% in attacco, 30 su 60, 13 palloni negativi (10 errori, 3 muri subiti). Presente Bosetti che oltre ad attacco (40%, 12 su 3, 0 errori e 34 ricezioni sul bagher) ha dato un enorme supporto anche in difesa. Per stare alla partita l’emozione ha giocato un brutto scherzo a Miriam Sylla, oggi meno performante in attacco (8 su 29, 28%, 4 errori, 2 muri subiti) pagando le 47 ricezioni al 40% di prf e 55% di positiva e 4 ace subiti. A cascata il gioco di Malinov ha potuto variare poco sulle vie centrali: solo 15 palloni a Danesi, 9 palloni a Chirichella: 3 su 9, 33%. La capitana ha peccato anche al servizio: 3 errori. Ancora serata positiva invece per De Gennaro che viene ignorata dal servizio avversario: solo 12 palloni per lei: 0 errori. 22 le difese, tantissime le ricostruzioni passate per le sue mani. La Serbia vince il confronto a muro 10 a 7, attacco 46% a 41, 10 errori a 18, 6 ace fatti a 4. Troppi gli errori azzurri 30, 24 quelli serbi. 52% per Boskovic in attacco (23 su 44), l’Italia ha provato a infierire su Busa: 3 su 15 in attacco 20%, 60 ricezioni sulle 85 di squadre: 23% di perfetta, 48% di positiva, 2 soli errori diretti.

Qui la cronaca live della finalissima

SESTETTI – Nella formazione iniziale dell’Italia nessuna novità. Malinov in palleggio, Egonu opposto, Bosetti e Sylla in posto 4, al centro Danesi e Chirichella, libero De Gennaro. La Serbia con sestetto atteso Ognjenovic in regia, Boskovic opposta, Mihajlovic e Busa in posto 4, Veljkovic e Rasic centrali, Popovic libero.

1° setDanesi firma il muro del primo break azzurro murando il primo tempo dietro di Rasic. La centrale serba si innervosisce e tira fuori il pallone successivo: out, 2-5. Sylla e Danesi portano le azzurre al 4-8, +4 al primo time out tecnico. Serbia che si scuote. Veljkovic al servizio e il contrattacco di Busa valgono il -1 serbo: 8-9. Sylla uno due attacco e ace: 8-11. Allunga l’Italia con Bosetti che offende in attacco e poi col servizio che regala un contrattacco a Egonu: 11-15. Time out Terzic. Ancora +4 Italia al secondo time out tecnico. Malinov innesca Egonu in pipe da 6: 15-19. Cambi entra per Malinov al servizio. Time out Serbia sul 16-21, 6° punto nel set di Egonu. Sylla firma il 17-23. L’Italia chiude il parziale al terzo set ball: con Sylla che firma il suo 4° punto nel set.

2° set – Il parziale si apre con una sfida Italia vs Mihajlovic. La schiacciatrice serba firma i primi tre punti serbi. Azzurre che tengono: 3-5, poi però vengono superate dall’accellerazione di Boskovic che attacca e trova anche un ace: 8-6. Azzurre al -2 al primo time out tecnico. Il turno di battuta di Busa manda in affanno la ricezione di Sylla, allungo serbo con tre regali azzurri: 12-7. Fantastica difesa azzurra, Veljkovic chiude solo al 4° tentativo serbo 13-9. Sylla ancora in difficoltà in ricezione, arriva il 16-11 con la Serbia che spinge al servizio con Mihajlovic. Entra Pietrini per Sylla ma la musica non cambia: Boskovic però chiude il 18-11 con un attacco da applausi ai 102.7 km/h, Busa mura Chirichella: 19-11. E’ il set della mancina Boskovic (6 punti sin qui nel parziale)… 20-12. Set che scivola via: 25-14 per la Serbia che trova in Mihajlovic un ottimo supporto a Boskovic.

3° set – Italia che fatica ancora in ricezione. Ne nasce una costruzione che non torva spazi al centro. Serbia avanti 6-5 con break regalato dalle azzurre: due errori consecutivi. Una superdifesa di Bosetti porta al contrattacco di Egonu che scatena il braccio. Colpisce a 3,04 mt la palla, Italia che va al time out tecnico sul 7-8. Sfida a due: Boskovic – Egonu in questa fase: 9-9, con colpi di genio di Bosetti e Ognjenovic. Terzic chiede time out sul 12-14 dopo attacchi vincenti di Egonu, incontenibile in questa fase. La nostra opposta continua ad attaccare in maniera vincente e con il sorriso: 13-16 al secondo time out tecnico. Due errori di Egonu (battuta e attacco) e poi una ricezione precaria porta Ognjenovic a murare una palla staccata di Bosetti: 18-18. La Serbia difende Egonu, la Serbia ricostruisce con Mihajlovic e poi sfrutta l’errore di Egonu: 20-18, parziale di 4-0 per le avversarie. L’Italia non molla, anzi cresce a muro: Egonu, Danesi e Sylla dominano la rete: 22-24. Azzurre che vincono 23-25 al secondo set ball con Cambi che alza a Egonu in 1.

4° set – Serbia prepotente in avvio: 4-1 con Boskovic e Mihajlovic a pungere in attacco e Ognjenovic a firmare ace. Muro su Egonu di Rasic, errore della opposta azzurra, Boskovic che picchia come un fabbro in diagonale da 2: 8-2 Serbia con Mazzanti che ha già speso un time out. Azzurre che mettono sul piatto un 0-4 sfruttando anche 2 errori serbi: 9-8.  Italia fallosa in questa fase… Allunga la Serbia che forza al servizio e mette in difficoltà la ricezione azzurra che regala anche in ricostruzione: 17-11. L’Italia  sfrutta disattenzioni serbe fino al 17-15, -2. Azzurre che restano attaccate, attenta la nostra difesa. Finale di set serbo con maggior decisione al servizio: Ognjenovic alza un primo tempo a Veljkovic anche a palla staccata, la centrale poi mura. Due errori azzurri Malinov-Egonu valgono il tie break.

5° set – Turno di battuta di Bosetti. Egonu può chiudere a rete: 0-2. Serbia che torna con Veljkovic e errore Sylla. Sbaglia anche Busa, messa sotto pressione dalle azzurre al servizio: 5-6. Stevanovic in campo per la Serbia. Serbia impatta 7-7 con due errori azzurri, Sylla al servizio, Egonu in pipe, out. Egonu porta l’Italia al cambio di campo 7-8. La Serbia cresce in difesa, azione spettacolare, la chiude Boskovic, poi Mihajlovic costringe Mazzanti al time out con il muro su Egonu: 10-8. Cambi in campo, Bosetti fa mani out: 10-9. Serbia che tiene il doppio vantaggio con una diagonale stretta di Boskovic 13-11. Time out Italia. Serbe che tengono il pallino del gioco. Sul 12-13 in una azione convulsa a rete Sylla ha la palla del 13-13 la Serbia difende e chiude con Ognjenovic: 14-12. La gara si chiude su un successivo errore azzurro…

Sostieni Volleyball.it