Mondiali F.: Le altre 11 partite di giornata. Russia-Usa 2-3 nel big-match

GIAPPONE – Panoramica sulle altre partite dell’ultima giornata della prima fase.

Pool A
Olanda – Messico 3-0 (25-19, 25-14, 25-16) – il tabellino
L’Olanda fa il suo dovere contro il modesto Messico e chiude imbattuta la Pool A. Per le centroamericane c’è comunque la soddisfazione di passare al 2° turno grazie al successo dell’Argentina sul Camerun. Da segnalare i 5 ace di Lohuis.

Camerun – Argentina 0-3 (22-25, 20-25, 12-25) – il tabellino
L’Argentina riscatta la sconfitta col Messico con un bel 3-0 al Camerun che gli consente di evitare l’ultimo posto nella pool, ma non l’eliminazione (sancità già ieri con una giornata di anticipo).

Germania – Giappone 0-3 (25-27, 20-25, 24-26) – il tabellino
Con 21 punti di Koga e 18 di Kurogo il Giappone batte con un combattuto 3-0 la Germania della brava Lippmann (21 punti e 51% in att.) e tiene viva la debole fiammella della speranza di accedere alla F6. Le sfide alle orizzonte contro Serbia e Brasile sembrano però particolarmente difficili.

Classifica: Olanda 5v 14p, Giappone 4v 13p, Germania 3v 9p, Messico 1v 3p (qs 0.33), Argentina 1v 3p (qs 0.25), Camerun 1v 3p (qs 0.23).

Pool B
Bulgaria – Canada 3-1 (23-25, 27-25, 25-21, 25-21) – il tabellino
Con 17 punti a testa delle due Dimitrova la Bulgaria batte 3-1 in rimonta il Canada di Abbondana nello spareggio per il passaggio alla 2° fase. Non basta la miglior prestazione nel torneo di Bailey.

Cuba – Turchia 1-3 (15-25, 14-25, 25-23, 7-25) – il tabellino
La Turchia di Guidetti si lascia sfuggire clamorosamente il 3° set, ma chiude comunque il conto di prepotenza nel 4° set. 17 punti per un Boz in ripresa.

Classifica: Italia 5v 15p, Cina 4v 12p, Turchia 3v 9p, Bulgaria 2v 6p, Canada 1v 3p, Cuba 0v 0p.

Pool C
Trinidad & Tobago – Korea 0-3 (24-26, 16-25, 23-25) – il tabellino
La Korea chiude il suo deludente mondiale con una vittoria anche un po’ più risicata del previsto contro la cenerentola Trinidad & Tobago.

Thailandia – Azerbaijan 3-1 (25-22, 15-25, 25-19, 25-17) – il tabellino
Una encomiabile Thailandia fa fronte alla lunga sequela di infortuni (Moksri ancora non pienamente recuperata, Bamrungsuk indisponibile per i mondiali, Kokram finita ko contro Trinidad e Kongyot ieri contro gli Usa) e coglie la sua 3° vittoria a scapito del più potente Azerbaijan. Le piccole asiatiche offrono una splendida prova in difesa e dal 3° set tornano a schierare una Tomkom in gran spolvero che assieme ai 23 punti della sin qui molto deludente Sittirak sono le chiavi per il successo. Per loro la possibilità di migliorare il loro miglior risultato di sempre ad un mondiale (13° posto del 2010) è concreta. Brilla ancora il neoacquisto di Casalmaggiore Rahimova (25 punti e 58% in att.), ma non basta alle azere.

Russia – Usa 2-3 (25-19, 20-25, 24-26, 25-12, 11-15) – il tabellino
Nel big-match per il primo posto della Pool C terza prestazione deludente consecutiva per gli Usa di Karch Kiraly che contro la Russia di una super Goncharova (36 punti e 57% in att.) si salvano per il rotto della cuffia al tie-break (nel 5° la Russia risale dal 5-11 all’11-13) dopo essere stati travolti nel primo e nel quarto set e dopo aver vinto il terzo solo in volata da un favorevole vantaggio di 16-19. Il resto del mondiale dirà se 3 indizi fanno una prova o se le nordamericane proveranno in campo di essere la squadra sulla carta più forte.

Classifica: Usa 5v 13p, Russia 4v 12p, Thailandia 3v 10p, Azerbaijan 2v 6p, Korea 1v 4p, Trinidad & Tobago 0v 0p.

Pool D
Serbia – Portorico 3-0 (25-23, 25-17, 27-25) – il tabellino
Le seconde linee della Serbia faticano un po’ più del previsto per battere 3-0 Portorico che chiude il girone al 4° posto ed avanza.

Rep. Dominicana – Kenya 3-0 (25-5, 25-7, 25-15) – il tabellino
La Rep. Dominicana lascia a riposo le più “anziane” De La Cruz, Rivera e Vargas, ma fa comunque segnare il record di punti di distacco in una partita di questo mondiale: ben 48 contro il modesto Kenya che dopo il sorprendente successo sul Kazakhstan sembra aver tirato i remi in barca e saluta mestamente la manifestazione. Addirittura 9 ace per Pena.

Brasile – Kazakhstan 3-0 (25-11, 25-20, 25-13) – il tabellino
Il Brasile lascia ovviamente a 0 il Kazakhstan e le asiatiche sono l’unica squadra a salutare la manifestazione senza aver vinto nemmeno un set. Fatale il clamoroso 0-3 all’esordio contro il Kenya.

Classifica: Serbia 5v 15p, Brasile 4v 12p, Rep. Dominicana 3v 9p, Portorico 2v 6p, Kenya 1v 3p, Kazakhstan 0v 0p.

Classifica finale 17°-24° posto
17. Korea
18. Canada
19. Argentina
20. Kenya
21. Camerun
22. Cuba
23. Trinidad & Tobago
24. Kazakhstan

Sostieni Volleyball.it