Mondiali F.: Prima finale mondiale per la Serbia. 3-1 ad una buona Olanda

1873

Semifinale
Serbia – Olanda 3-1 (25-22, 26-28, 25-19, 25-23) – il tabellino

YOKOHAMA – Dopo l’argento olimpico di Rio e l’oro europeo di Baku la Serbia giocherà un’altra finale, la sua prima ad un mondiale. Boskovic e compagne hanno superato 3-1 una coriacea Olanda che non ha affatto demeritato sfruttando le buone prestazioni di Sloetjes e Busa.
La Serbia ha sofferto in ricezione con Busa, sbagliato qualcosa di troppo in battuta ed in attacco ma alla fine la potenza di Boskovic (29 punti e 44% in att.) e Mihajlovic (23 punti e 48% in att.) ha fatto la differenza in suo favore.

LA PARTITA 
1° set: Avvio equilibrato e per il primo doppio vantaggio bisogna attendere il muro di Rasic sull’attacco di Sloetjes: 8-6. Sull’11-10 entra Plak per Dijkema in prima linea e sul 12-10 Bongaerts per Sloetjes in seconda, ma Plak non chiude in attacco e Boskovic ne approfitta: 13-10. Ancora Boskovic con un ace su Buijs per il massimo vantaggio serbo: 14-10. Sul 17-13 tornano Dijkema e Sloetjes. L’ingresso di Jasper in battuta frutta l’ace su Busa del 20-18, ma dopo il time-out di Terzic la Serbia ristabilisce le distanze con un tocco di seconda di Ognjenovic ed un contrattacco di Mihajlovic dopo scambio prolungato: 22-18. Sloetjes accorcia le distanze (23-21), ma sul secondo set point serbo viene murata da Boskovic: 25-22. Set che si chiude con pochissimi break-point: 6 per la Serbia e 3 per l’Olanda.

2° set: Dopo il contrattacco di Lohuis (1-2), la Serbia allunga con un contrattacco di Busa (3-2), un muro di Rasic su Buijs (4-2) ed un errore di Sloetjes (5-2), ma dal 7-4 l’Olanda torna sotto e sorpassa: errore di Boskovic (7-6), slash di Buijs su ricezione lunga di Busa (7-7), ace grazie al nastro di Grothues: 7-8. L’Olanda rovina però il momento favorevole lasciando cadere un bagher di Mihajlovic (8-8) e poi sbagliando in attacco con Belien (9-8). L’ottima Mihajlovic aggiunge il contrattacco del 10-8 e senza ulteriori break point si arriva al secondo time-out tecnico sul 16-14 firmato Boskovic. La Serbia trova un paio di difese ed i bombardieri non sbagliano: Mihajlovic realizza il 18-15, Boskovic il 19-15. Sul 20-16 toranano Dijkema e Sloetjes che erano uscite per il doppio cambio sul 14-13. Un errore in attacco di Rasic (20-18) e poi uno in ricezione di Busa punito da Koolhaas (subentrata a Lohuis nella prima parte del set) riaprono il set: 20-19. Terzic spende un time out, ma è Sloetjes a vincere uno scambio prolungato: 20-20. Continuano i problemi in ricezione di Busa che prende ace anche da Koolhaas: 21-22. Entra Malesevic per Busa, ma Koolhaas è fortunata ed il nastro le regala un altro ace: 21-23. Torna inspiegabilmente Busa che riceve ancora male e Sloetjes firma il 21-24. Boskovic salva 2 set point (difese Sloetjes e Grothues sul secondo), mentre Belien attacca out sul terzo e si torna in parità: 24-24. La Serbia conquista anche un set point col muro di Veljkovic su Belien (26-25), Grothues annulla (26-26) e poi fa ace su Busa (26-27). Si va da Boskovic per le situazioni complicate, ma alla fine la mancina non riesce ad aggiustare una palla difficile (26-28).

3° set: 5-4 Serbia con 3 break point a 2, ma poi la formazione di Terzic accusa un altro black out sul turno di battuta di Sloetjes per colpa anche di un’Olanda che cresce in difesa: contrattacco di Buijs (5-6), contrattacco di Sloetjes (5-7), ace su Busa (5-8), contrattacco di Buijs (5-9). La Serbia risale dal momento più critico con i muri su Buijs di Rasic (7-9) e Veljkovic (10-11) e poi torna avanti sfruttando la potenza di Boskovic, a segno per 2 volte in contrattacco: 13-12. E’ una Serbia che comunque sbaglia troppo al servizio e l’Olanda torna avanti con un muro di Sloetjes su Mihajlovic: 13-14. La Serbia torna avanti con un ace di Mihajlovic (17-16) e va a +2 con una discussa invasione olandese: 18-16. Il doppio cambio olandese non dà mai frutti positivi e Boskovic spacca il set con 3 contrattacchi consecutivi: 20-17, 21-17, 22-17. Ognjenovic mura Buijs per il nuovo massimo vantaggio (24-18) ed ancora Boskovic chiude: 25-19.

4° set: La Serbia scappa subito 3-0 con 2 break point: un contrattacco di Mihajlovic (2-0) ed un errore di Sloetjes (3-0) che poi concede anche il 4-1. Boskovic continua a macinare punti (suo il break point del 6-2) e Rasic su free ball allunga ancora: 7-2. La partita sembra finita, ma l’Olanda torna a mettere Busa nel mirino in ricezione complicando molto la vita a Boskovic in attacco: contrattacco di Buijs (8-5), out di Boskovic (8-6), contrattacco di Sloetjes (8-7), errore di Mihajlovic (8-8). Boskovic riporta le sue a +2 (11-9), ma l’Olanda risponde con Buijs (11-11) e Sloetjes (11-12) dopo 2 difese su Mihajlovic. A differenza del primo set ora fioccano i break point con l’Olanda che si pianta in P1: ace di Veljkovic su Grothues (13-12), errore di Sloetjes (14-12), muro di Mihajlovic su Buijs (15-12). Un gran muro di Boskovic su Grothues (17-13) avvicina la Serbia al traguardo, ma Boskovic contrattacca out (18-15), Sloetjes fa ace su Busa (18-16) e Veljkovic sparacchia out (18-17). Rasic fa punto dopo il time-out (19-17), ma Boskovic spara out dopo scambio infinito e poi viene murata: 19-19. Altro break per la Serbia col muro di Ognjenovic su Buijs (21-19), ma l’Olanda rimonta ancora con un contrattacco di Sloetjes (21-21). La stessa Sloetjes concede il 23-21, ma si torna in parità col muro di Buijs su Boskovic: 23-23. Mihajlovic mette a terra il 24-23 e poi anche il 25-23 dopo una difesa su Sloetjes.

Sostieni Volleyball.it