Mondiali: Il Brasile rinuncia a Isac, fuori per problemi fisici

732
ì

RIO DE JANEIRO – Anticipata dal portale brasiliano Webvolei di Daniel Bortoletto la notizia che il centrale brasiliano Isac, neo acquisto della Cucine Lube Civitanova, salterà il Mondiale 2022 in programma dal 26 agosto all’11 settembre, in Polonia e Slovenia.
All’origine dell’esclusione dalla lista di Renan Dal Zotto, decisione presa congiuntamente dal giocatore e dallo staff tecnico della nazionale nella serata di ieri, il riacutizzarsi di un problema alla colonna vertebrale, diagnosticato qualche anno fa.
Al suo posto è stato convocato nel ritiro di Saquarema il giovane Léo, del Sesi.

Secondo le dichiarazioni ufficiali, il 31enne ha ritenuto di dover prestare la massima attenzione a questa complicazione ora, poiché non ci sarebbe stato il tempo di curarla prima di debuttare nella Superlega italiana.  Isac soffre di questo problema dal 2016.
“La decisione dell’esclusione è stata presa insieme all’atleta, dando priorità alla sua salute. È un problema che ha da tempo e che sta affrontando” ha spiegato Felipe Malzac, medico della squadra.

La nota ufficiale di Isac
“E’ stato con grande tristezza che ho preso questa decisione, motivato unicamente dalla mia difficoltà fisica. Volevo davvero indossare di nuovo la maglia della squadra brasiliana e giocare un altro torneo di grande importanza. Ma devo pensare alla mia salute. Credo fosse il migliore per il mio futuro. Non sarei in grado di svolgere il mio ruolo in modo appropriato a questo punto.
Tutto quello che potevo fare con la maglia della squadra brasiliana, l’ho fatto nel migliore dei modi. Tuttavia, quando sono tornato ad allenarmi, ho sentito di non essere al 100%. Ho parlato con lo staff medico, il comitato tecnico e Renan (Dal Zotto), e ho spiegato che questo è il momento ideale per prendermi cura di me stesso. Ho la mia carriera davanti. Sto per giocare la mia prima stagione in Italia. Ho firmato un contratto importante e devo rispettarlo, voglio dare il massimo, ovunque mi trovi.
Ho già un problema alla schiena che richiede attenzione. Da qualche mese il dolore mi ha infastidito di più. In questo periodo pre-mondiale, dobbiamo essere fisicamente al 100%, con la mente pronta a dare il massimo in un torneo così importante. Mi prenderò cura di me stesso per essere il più veloce possibile al 100% e, così, tornare a fare ciò che amo di più, ovvero giocare a pallavolo”.

Sostieni Volleyball.it