L’Italia
ITALIA – ARGENTINA 3-2 (25-20 23-25 20-25 25-15 15-11)
ITALIA:  Randazzo 13, Partenio 5, Picco 10, Della Volpe 2, Borgogno 9, Ricci 12, Tailli (L), Diamantini, Nelli 23, Tiozzo. Non entrati: Izzo e Milan. All. Bonitta.
ARGENTINA: Kukartsev 9, Arpajou 2, Lapera 4, Liand 12, Quiroga 14, Layus 7, Weber (L), Araya, Lazo 1, Lopez, Zometta 7. Non entrato: Giraudo. All. Muraco.
ARBITRI: Li Liu (Chn) e Cull (Usa).
Durata set: 24, 26, 27, 23, 13.
Italia: bs 23, a 5, mv 16, er 40.
Argentina: bs 16, a 3, mv 8, er 34.  

ANKARA – L’Italia vince la gara dei Quarti di finale con l’Argentina e centra la qualificazione alle semifinali del campionato del Mondo.

Domani alle ore 16 nuova sfida al Brasile in semifinale. I verdeoro oggi hanno battuto l’Iran 3-0 mentre nella Pool di qualificazione i sudamericani avevano superato l’Italia 3-0 nella prima gara del torneo: 25-21 35-33 25-23 i parziali.

La squadra di Marco Bonitta (che lo scorso anno si è laureata campione d’Europa) ha meritato il successo sul piano del gioco, anche se ha sbagliato molto ed ha rischiato di non legittimare con il risultato la sua supremazia. 
Abbiamo parlato di storica semifinale, perchè da alcune stagioni la pallavolo italiana maschile era assente a questi livelli mondiali (Casablanca 2007 in cui finì quarta) ed aveva preso parte soltanto ad una delle ultime cinque rassegne iridate.

I ragazzi azzurri hanno vinto bene il primo set, poi nel secondo hanno avuto un blackout iniziale, che ha permesso all’Argentina di accumulare un grosso vantaggio. L’Italia si è svegliata sul 20-14 compiendo una grande rimonta sino al 23-23, poi vanificata nel finale. La tensione ha creato qualche problema a Picco e compagni, che hanno lasciato ai sudamericani anche il terzo set (25-20). Nel momento più difficile il sestetto tricolore ha tirato fuori il suo carattere: ha dominato il quarto (25-15) ed è arrivata al tie-break. Nel parziale decisivo qualche errore di troppo al servizio (5 in totale), ma alla fine è emersa la maggiore qualità italiana.

Tra gli azzurri da segnalare l’importante rientro di Nelli sulla diagonale di Partenio. L’opposto ha sfogato tutta la sua voglia di giocare (si era fermato alla vigilia del Mondiale) siglando 23 punti in meno di quattro set; la buona prova del libero Tailli in fase difensiva, il grande lavoro a muro dei centrali Picco e Ricci.

Il bomber del torneo Randazzo ha iniziato da opposto, poi dal terzo ha ripreso la sua posizione in posto 4, dando il suo importante contributo anche in ricezione.