Mondiali: Le due volte che l’Italia mancò all’appuntamento iridato

Italia del calcio fuori dal mondiale, al volley è capitato solo in due occasioni, per rinuncia...

400
La Nazionale italiana che nel 1949 a Praga prende parte al primo mondiale della storia azzurra

MODENA – L’Italia del calcio abbandona il palcoscenico iridato di Russia 2018, eliminata nel play off dalla Svezia. Per il pallone preso a pedate, ma non solo, una vera “apocalisse” come riportato oggi da diversi media, con diverse implicazioni anche di carattere economico per il calcio ma anche per il resto dello sport italiano.  Quella del prossimo anno sarà la terza assenza in 21 edizioni: 1930, 1958 e, appunto, 2018. 

Anche la pallavolo non è esente da mancate partecipazioni… Nel 1952 e nel 1960 l’Italvolley maschile ha infatti mancato l’appuntamento con i campionati del Mondo, ma per rinuncia, non per mancata qualificazione sul campo. 

Nel 1952 l’Italia non prese parte a partite di carattere internazionale, la mancata qualificazione fu perciò un risultato voluto. Reduce da un non appagante 8° posto all’Europeo del 1951 con coach De Chicca la federazione convinse il serbo Ivan Trinajstic a venire in Italia, primo allenatore straniero della nostra nazionale. L’ex palleggiatore del Partizan Belgrado per il primo anno non fece disputare partite internazionali agli azzurri, si impegnò a migliorare un movimento con soli 4000 tesserati e un campionato che prevedeva partite che potessero anche finire con il risultato di parità per 2-2. Regola abolita nel 1954 su sua indicazione.

La seconda mancata partecipazione è quella del 1960. Anno delle Olimpiadi di Roma (25 agosto – 11 settembre), dove la pallavolo ancora non è disciplina presente nel programma, nemmeno in via dimostrativa. Debutterà ufficialmente a Tokyo nel 1964.

Il Mondiale si gioca in Brasile a Rio de Janeiro, da fine ottobre a metà novembre, 14 squadre al via, oro all’Urss. Fipav in crisi finanziaria, in quell’anno Trinajstic non fa giocare nessuna gara ufficiale alla nazionale A, solo sfide con la squadra B con giocatori provenienti dai campionati minori.

Quella del 1960 è quindi la seconda mancata partecipazione, come quella del 1952…

L’Italia torno al Mondiale nel 1962, giocato in Francia e chiuso con 6 vittorie (3-1 con la Corea del Sud, 3-0 all’Austria, 3-1 ad Israele, 3-0 a Cuba, 3-0 al Belgio, 3-0 al Portogallo) e 4 sconfitte (0-3 con la Romania, 1-3 con il Brasile, 2-3 con la Germania Est, 1-3 con l’Olanda) per il 14° posto finale.

Dall’edizione del 1962 alla prossima edizione del 2018 l’Italia registrerà 15 partecipazioni consecutive, tre edizioni in Italia (1978, 2010 e 2018), tre ori e un argento.

Negli sport di squadra il 2018 sarà quindi l’anno del Mondiale della pallavolo (il Mondiale di basket è nel 2019) che in ambito maschile si giocherà proprio in Italia e Bulgaria, finali a Torino.

Edizione Piazzamento
1949 8º posto
1952 non partecipa
1956 14º posto
1960 non partecipa
1962 14º posto
1966 16º posto
1970 15º posto
1974 19º posto
1978 2º posto
1982 14º posto
1986 11º posto
1990 1º posto
1994 1º posto
1998 1º posto
2002 5º posto
2006 5º posto
2010 4º posto
2014 13º posto