Mondiali M.: -3. A Siena l’ultimo test. L’Italia supera ancora la Cina e ora può iniziare il suo viaggio iridato

1011

ITALIA – CINA 3-1 (27-29, 25-18, 25-21, 25-21)
Italia: Giannelli 3, Zaytsev 16, Juantorena 13, Lanza 14, Anzani 8, Mazzone 6, Colaci (L). Nelli 6, Candellaro 3, Maruotti 4, Randazzo 6, Baranowicz 1, Cester 2, Rossini. All: Blengini
Cina: Jiang Chuan 12, Mao Tianyi. 4, Du Haixiang 6, Liu Libin 9, Rao Shuhan 3, Miao Ruantong 8, Tong Jiahua (L); Ji Daoshuai 11, Chen Longhai, Tang Chuanhang, Zhang Jingyin, Yu Yaochen 1. Ne: Liu Meng, Ma Xiaoteng. All: Lozano
Arbitri: Pasquali, Cesare
Durata set: 32’, 24’, 30’, 25’ Spettatori: 3600
Italia: a 12 bs 24  mv 9 et 35
Cina: a 6 bs 12 mv 12 et 24

SIENA – I 3600 spettatori del PalaEstra hanno festeggiato la vittoria in rimonta dell’Italia contro la Cina nell’ultimo test match prima dell’inizio dei Campionati del Mondo che alzeranno ufficialmente il sipario domenica alle ore 19.30 nel Parco del Foro Italico.

Gli uomini di Blengini hanno avuto la meglio su quelli di Raul Lozano con il punteggio di 3-1 (27-29, 25-18, 25-21, 25-21) al termine di un match nel quale sono riusciti a esprimersi al meglio solo dopo aver ceduto ai vantaggi un primo set nel quale erano partiti un po’ sottotono. Con il passare dei minuti però le cose sono andate decisamente meglio e mostrando una sempre migliore fluidità di manovra sono stati in grado di mettere nell’angolo gli avversari.

SESTETTO – Blengini ha confermato la formazione di un paio di giorno fa provando ancora quello che può considerarsi il sestetto titolare che prevede la diagonale Giannelli-Zaytsev, Lanza e Juantorena schiacciatori, Mazzone e Anzani centrali e Colaci libero.
Lozano dall’altra parte della rete ha cambiato qualche elemento (in campo lo schiacciatore Du e il centrale Miao) affidandosi a Mao Tianyi in palleggio, Jiang Chuan opposto, Du Haixiang e Liu Libin schiacciatori, Rao Shuhan e Miao Ruantong centrali con Tong Jiahua libero.

LA GARA – Nel primo set l’Italia è stata meno brillante rispetto alla prima amichevole con i cinesi che invece si sono mossi bene soprattutto a muro (6-2 per loro nel parziale). Nonostante qualche difficoltà di troppo gli azzurri, che nel finale si sono trovati sotto di 3 lunghezze (23-20), hanno reso complicata la vita ai ragazzi di Lozano. Il risultato è stato un finale vibrante in cui gli orientali sono riusciti a chiudere in proprio vantaggio il parziale al secondo set ball dopo che anche Zaytsev e compagni avevano avuto la chance di far loro il set.

Nel secondo le cose sono andate decisamente meglio con gli azzurri che hanno controllato la situazione tenendo sempre a distanza gli avversari soprattutto grazie al fatto di essere riusciti a contenere gli attacchi degli orientali (solo 25% nel parziale). Ciò che ne è scaturito è stato un parziale vinto senza particolari difficoltà con il punteggio di 25-18.

Terzo set ancora con gli azzurri sugli scudi e in pieno controllo soprattutto grazie a un progressivo aumento delle percentuali d’attacco (salito al 68% rispetto al 54% del primo set).

Nel quarto Blengini ha cambiato l’intero sestetto dando spazio agli atleti che avevano iniziato il match in panchina (Baranowicz in regia, Nelli opposto, Randazzoe Maruotti schiacciatori, Candellaro e Cester centrali, Rossini libero), ma l’inerzia della gara non è cambiata conclusasi grazie al 25-21 finale.

Stasera la squadra rientrerà a Roma dove da domani comincerà a prendere confidenza con il Foro Italico.

Sostieni Volleyball.it