Mondiali: William firma la rimonta dallo 0-2. Il Brasile batte la Russia

William e Douglas Souza

Pool I 
Brasile – Russia 3-2 (20-25, 21-25, 25-22, 25-23, 15-12) – il tabellinola classifica

TORINO – Falcidiato dagli infortuni prima del mondiale, sfavorito della pool alla vigilia della Final Six e sotto 0-2 contro la Russia il Brasile compie una grande impresa e vince 3-2. Per la Russia è la terza sconfitta del mondiale, domani ultima chiamata per i ragazzi di Shliapnikov.

PIU’ E MENO – L’uomo della svolta è il palleggiatore William. Troppo spesso oscurato da Bruno entra sullo 0-2 e cambia volto al match rimettendo in partita un sin lì disastroso Douglas Souza, sfoggiando una maggior intesa con Wallace ed offrendo alzate al bacio per Lucas che si esalta nel tie-break con 4 punti totali. 9 i muri russi nei primi 2 set, appena 4 negli ultimi 3.
Alla Russia non bastano i 23 punti col 58% di Volkov ed i 6 muri col 65% in att. di Muserskiy perché Mikhaylov si ferma ad un deludente 43% (45% per Wallace) e gli errori in battuta tornano ad essere troppi (oggi 25) come in quel di Bari.

I SESTETTI – Brasile con Bruno-Wallace; Lipe-Douglas Souza; Lucas-Mauricio Souza (oggi preferito ad Isac) e Thales libero. La Russia risponde con Butko (preferito a Grankin)-Mikhaylov; Volkov-Kliuka; Muserskiy-Kurkaev e Verbov libero.

LA PARTITA –
1° set: Parziale combattuto con nessuna delle due squadre che nella prima parte riesce a prendere più di 2 punti di vantaggio. Squdre a contatto anche al 2° time-out tecnico: 15-16 col muro di Kurkaev (6° break point per la Russia nel set contro i 5 del Brasile) su Douglas Souza. Il Brasile regala un punto importante lasciando cadere nel proprio campo la ricezione lunga di Volkov (16-17) ed i russi puniscono poco dopo: intesa non perfetta tra Bruno e Lipe e contrattacco di Mikhaylov (17-19). Il nastro premia la battuta di Kurkaev ed è +3: 17-20. Sul 18-21 doppio cambio verdeoro con William ed Evandro. Squadre un po’ troppo fallose nel primo set e sbaglia anche Muserskiy in attacco: 20-21. Dopo il punto di Mikhaylov (20-22) doppio cambio anche per la Russia con Grankin e Poletaev. Finale tutto di marca russa: errore in attacco di Douglas Souza dopo scambio prolungato (20-23), contrattacco di Muserskiy dopo difesa di Poletaev su Evandro (20-24), slash di Muserskiy su mezzo punto in battuta di Volkov: 20-25.
La Russia concede addirittura 12 errori punto (7 in battuta e 5 in attacco), ma il Brasile attacca col 28% di vinc. ed il 4% di eff. di squadra (0% Wallace, -13% Lipe, -29% Douglas). 6 punti con l’83% in att. per Muserskiy.

2° set: Poca continuità in “cambiopalla”: 5 break-point per il Brasile e 3 per la Russia quando Wallace firma l’ace che porta le squadre al time-out tecnico: 8-6. Mikhaylov manca il contrattacco del pari (10-8), poi appoggia un pallone su cui Lucas contrattacca senza muro: 11-8. La Russia pareggia con i muri di Volkov (11-10) e Mikhaylov (12-12) su Wallace. L’opposto brasiliano è in difficoltà sui palloni poco precisi di Bruno e Volkov ne approfitta: dopo aver sprecato una prima chance per il sorpasso (13-12), va a segno in contrattacco (13-14) e con un ace: 14-16. La Russia ha nel frattempo fatto il doppio cambio, ma è da un’alzata imprecisa di Grankin per Poletaev che nasce il 16-16 firmato Wallace. L’opposto mancino trova in compenso il mezzo punto in battuta finalizzato da Kliuka: 17-19. Douglas Souza continua a far fatica e concede il 18-21. Il 19-23 è un muro di Muserskiy sul pallonetto a 2 mani di Wallace. Russia tutt’altro che perfetta, ma in grado di incamerare il set sul servizio errato di Lucas: 21-25.
La Russia stavolta contiene gli errori in battuta (da 7 a 1 con 2 ace) e fa la differenza a muro: 5-0 (3 Muserskiy). 8 punti, ma con 3 murate, per Wallace; 9 punti per Volkov (58% in att.).

3° set: Brasile con William per Bruno ed Isac (già entrato verso metà 2° set) per Mauricio Souza. Torna Douglas che era stato sostituito sul 19-23 del set precedente. Dentro anche Maique come libero di difesa. Formazione ovviamente invariata per la Russia.
Si alzano le percentuali offensive in fase di “cambiopalla”: all’8-6 del primo time-out tecnico si registra un solo break point su contrattacco di Wallace (5-3). Un ace di William (9-6), un’accompagnata di Volkov (10-6) ed un contrattacco di Lipe (12-7) lanciano il Brasile, ma la Russia risponde spinta dal servizio di Mikhaylov: contrattacco (12-9) e slash (12-10) per Volkov. Renan spende un time-out e Lipe va a segno (13-10), ma Volkov (13-12) avvicina ancora i suoi. Il Brasile spreca l’occasione del +3 con Lipe (contrattacco out del 17-16) e viene ripreso dall’ace di Mikhaylov: 18-18. La Russia però sbaglia 3 volte di fila il servizio (21-20) mentre Lipe trova il nastro in battuta e sugli sviluppi dell’azione Evandro (in campo per il doppio cambio con Bruno) schiaccia a terra il 22-20. Gran difesa di Maique su Kliuka e Lipe in pipe buca il muro: 23-20. 3 su 3 nel finale di set per Evandro che realizza anche il 24-21 ed il 25-22 che riapre il match.
Brasile che col cambio di palleggiatore sale al 78% in att. (74% per la Russia), troppi i 9 errori in battuta per Muserskiy (100% di err. nel set) e compagni.

4° set: Il Brasile parte meglio con un muro di Lipe su Mikhaylov (2-1) ed un ace di Douglas (3-1). La Russia impatta subito (3-3) e torna avanti sull’errore di Lipe: 5-6. Si va punto sino al muro di Wallace su Volkov (10-9) e alla spettacolare conclusione da posto 6 di Douglas: 11-9. La Russia sbaglia in difesa (12-10), ma impatta col muro di Muserskiy su Isac: 12-12. Il servizio russo però non è quello delle giornate migliori e l’attacco out di Kliuka riporta a +2 i verdeoro: 16-14. William si esalta con una gran palla per Lucas (17-15) e l’ace del 18-15. Mikhaylov risponde con 2 punti consecutivi (18-17), poi è Volkov a punire una palla ciccata da Isac: 20-20. Mikhaylov fa saltare la ricezione di Douglas Souza (sostituito quindi da Lucas Loh) e Muserskiy ringrazia: 20-21. Mikhaylov contrattacca out (21-21) ed il Brasile riprende il pallino: due difese su Volkov ed altrettanti contrattacchi di Wallace (23-21). La Russia fa entrare Grankin e Poletaev, ma arriva l’ace di Wallace su Volkov (24-21) che prova a rifarsi realizzando il 24-22 e l’ace del 24-23 con l’aiuto del nastro. Dopo il time-out di Renan Volkov serve lungo e si va al tie-break: 25-23. Wallace top scorer con 6 punti e Brasile al 60% in attacco.

5° set: Primi break point per la Russia con un fallo di Wallace (1-2) ed un muro di Muserskiy su Douglas (2-4). Il turno di battuta di Lucas ribalta il punteggio: contrattacco di Wallace (4-4) ed ace (5-4). Ace anche per Mikhaylov: 5-6. Brasile bravo e fortunato con salvataggio di piede su Volkov e Wallace cecchino in contrattacco: 7-6. Wallace fa saltare la ricezione di Verbov e Lipe è lesto a rete: 8-6. Russia sbagliona in battuta (9-7 e 10-8) e poi anche in attacco con Poletaev (inserito per il doppio cambio) che per poco non trova le mani del muro: 11-8. Kliuka prova a rianimare i suoi con un mani e out complicato ed un muro su Wallace (11-10), ma Poletaev sbaglia il servizio e Lucas vince un bellissimo scambio prolungato con un gran muro su Mikhaylov: 13-10. Douglas mura Kurkaev (14-10) e al terzo match point scrive anche la parola fine: 15-12. L’attacco russo crolla al 25% nel set.

Sostieni Volleyball.it