VNL F.: L'Italia centra il primo successo. 3-1 al Belgio. Nwakalor ne fa 29

Scritto da Redazione Volleyball.it  | 
BELGIO - ITALIA 1-3 (25-21; 19-25; 23-25; 20-25)
BELGIO: Van Gestel 10, Van Avermaet 10, Van De Vyver 1, Herbots 25, Lemmens 8, Martin 11, Van Sas (Libero), Rampelberg, Stragier, Koulberg. N.e.: Demeyer, Goris, Krenicky, Jansenss. All. Vande Broek
ITALIA: Malinov 3, Degradi 1, Bonifacio 5, Nwakalor 29, Perinelli 14, Chirichella 8, De Gennaro (Libero), Enweonwu, Bosio, Lubian, Gennari 8, D’Odorico, Mazzaro 1. N.e.: Fersino (Libero) All. Mazzanti.
Arbitri: Sokol (Pol) e Khattab (Egy)
Note: Durata: 23’, 25’, 32’, 27’. Spettatori: 1000.  Belgio: a 4, bs 10, m 9, et 13. Italia: a 5, bs 11, m 11, et 8.

ANKARA - Prima vittoria in Volleball Nations League per l’Italia campione d’Europa di Davide Mazzanti. Metabolizzata la sconfitta all’esordio con le padrone di casa della Turchia, le azzurre hanno battuto 3-1 il Belgio nella sfida valida per la terza giornata della Pool 2. L’Italia dopo una partenza lenta, è riuscita a prendere ritmo imponendo il suo gioco complice buone percentuali in ricezione e la straordinaria serata offensiva di Sylvia Nwakalor (30 punti). Domani si torna in campo per affrontare l’Olanda alle ore 15.00. Per le azzurre si tratterà della penultima gara ad Ankara per poi chiudere questa prima settimana di VNL contro la Cina.

SESTETTO – Stesso sestetto iniziale del match inaugurale con la Turchia per il C.T. Mazzanti:Malinov in regia, Degradi e Perinelli come schiacciatrici, Bonifacio e Chirichella al centro, Nwakalor opposta e De Gennaro libero.

LA PARTITA - Le azzurre sono partite bene tenendo in ricezione ed attaccando bene soprattutto con Nwakalor (2-4). Il Belgio però non si è fatto attendere trovando con Herbots e Lemmens il primo vantaggio significativo del match (10-7). Le ragazze del C.T. Mazzanti si sono ritrovate sotto 14-10 prima di reagire con Nwakalor (attacco e ottimo servizio) riportando l’Italia a -2 (14-12). Herbots però è sempre riuscita a mettere giù i palloni importanti costringendo al timeout Mazzanti sul 21-17.  La schiacciatrice belga è stata la grande protagonista del finale di set consentendo al Belgio, nonostante le ottime giocate di Nwakalor (7 punti), di portare a casa il primo parziale (25-21).

Nel secondo set Mazzanti ha dato spazio a Gennari per Degradi. In campo è proseguita la sfida Herbots – Nwakalor con l’azzurra brava a mettere giù i primi palloni del parziale prima con un attacco di potenza e poi con un ace (1-3). L’Italia è riuscita a prendere ritmo e grazie alle giocate di Perinelli, Gennari, Nwakalor e un muro di Bonifacio su Herbots vola sul 5-12. L’impatto di Gennari sul secondo set è risultato decisivo: la schiacciatrice azzurra ha continuato a macinare attacchi vincenti (5 punti per lei) facendo lievitare l’impatto offensivo di Perinelli, Bonifacio e Chirichella. Da segnalare, nel rush delle azzurre, un volo spettacolare di De Gennaro il cui recupero ha propiziato la giocata a rete decisiva di Perinelli per il 10-18. Il Belgio ha provato a tenere il passo (14-19) ma le azzurre si sono riaffidate a Nwakalor per chiudere il secondo parziale (19-25).

L’Italia ha ripreso il discorso nel terzo parziale: Nwakalor ha continuato a giocare sopra il muro avversario e nonostante i tentativi di Van der Vyver (ace) ed Herbots, le azzurre sono andate al timeout tecnico avanti (8-12). Le belga hanno piazzato un break di 3-0 salvo subire il ritorno di Perinelli (attacco mani out e ace) che ha riportato le azzurre avanti 12-15. Dopo il tempo il Belgio è riuscito a rientrare (16-16) aprendo ad un parziale combattutissimo. Herbots ha portato le sue sul 21-20 ma le azzurre non hanno mollato trovando con Nwakalor, Perinelli ed un errore in pipe di Herbots il set ball (22-24). A decidere il parziale è stato poi un muro della neo entrata Alessia Mazzaro che ha di fatto regalato il primo punto in VNL alle azzurre (23-25).

L’inerzia del match è rimasta saldamente nelle mani dell’Italia che ha continuato a macinare gioco trovando anche con Bonifacio e Chirichella al centro riferimenti importanti in attacco (7-15). Un mini break del Belgio (6-2) ha rimesso in discussione il parziale (13-17) ma prima Perinelli e poi Malinov a muro e Chirichella al servizio, hanno ricacciato Herbots e compagne (13-19). Il Belgio ha avuto il merito di non mallare e con 2 ace di Martin è tornato in scia (18-20). Herbots ha tenuto in partita il Belgio (20-22) ma Nwakalor con un pallonetto, un attacco su alzata di Lubian e un mani out chiude i giochi (20-25).

HANNO DETTO
Davide Mazzanti: “Continuiamo a sbagliare qualcosa in difesa nonostante buone letture tattiche – ha commentato il C.T. della nazionale campione d’Europa – su questo aspetto dobbiamo lavorare per quanto fitto il calendario della VNL. Oggi le ragazze hanno però dato tanto e tutte hanno contribuito in un match non certo semplice. Chi è entrato ha fatto benissimo come Mazzaro, Lubian e Gennari con quest’ultima capace di dare un grande contributo offensivo nonostante una forma fisica non ottimale. Sono soddisfatto del risultato che ci premia e muove la classifica ma allo stesso tempo consapevole che sia ancora tanta la strada da fare. Domani affrontiamo l’Olanda e non sarà semplice recuperare in così poche ore le energie mentali e fisiche. Poi chiuderemo con la Cina, insomma ci attende un finale di prima settimana piuttosto intenso”.
Sylvia Nwakalor: “Siamo partite in maniera contratta – ha ammesso la top scorer delle azzurre – ma poi ci siamo sbloccate portando a casa il secondo set. Voglio ringraziare tutte le mie compagne perché nel momento più complesso del match è emerso il gruppo. Chi è subentrato ha fatto molto bene dandoci quel contributo necessario per vincere la prima partita della nostra VNL. Domani c’è l’Olanda, sarà un’altra sfida dura, anche perché in questa competizione non ci sono squadre semplici da affrontare”.
Alessia Gennari: “Ci manca ancora un po’ di precisione stiamo imparando a conoscerci, serve un po’ di rodaggio e questa vittoria è importante per innescare la scintilla positiva e darci motivazioni per continuare a lavorare duramente. Serviva un po’ di tranquillità perché oggi era una partita alla nostra portata e serviva solo tranquillità e ordine. Domani l’Olanda e poi la Cina, partite in crescendo: noi vogliamo far bene e proveremo a vincere anche domani”.

 


Newsletter Volleyball.it - Iscriviti / Subscribe

* indicates required

Volleyball.it will use the information you provide on this form to be in touch with you and to provide updates and marketing. Please let us know all the ways you would like to hear from us:

You can change your mind at any time by clicking the unsubscribe link in the footer of any email you receive from us, or by contacting us at [email protected] We will treat your information with respect. For more information about our privacy practices please visit our website. By clicking below, you agree that we may process your information in accordance with these terms.

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp's privacy practices here.


💬 Commenti