Elezioni Fipav: Marzari, "Ecco perché sto con Magri"

Scritto da Luca Muzzioli  | 
MODENA - Mentre nei corridoi si riduce tutto ad una scelta di campo generata da una ripicca legata a chi ha parlato prima e dopo ad una festa degli auguri del CR Lombardia, su La Prealpina di oggi, intervistata da Andrea Anzani, Alessandra Marzari, presidentissima del Consorzio Vero Volley spiega perché scende in campo al fianco di Carlo Magri e non del lombardo Bruno Cattaneo.

---
"Speravo si accordassero su un nome nuovo ma, visto come si sono messe le cose, alla proposta di Carlo Magri di entrare nel futuro consiglio federale ho risposto positivamente a condizione di di partecipare alla stesura del programma".

Poi: "Nessuna spaccatura col CRL (Comitato Regionale Lombardia, ndr) - precisa - ma non siamo ai tempi dei Comuni: contano competenze e meritocrazia".

Idee chiare perché non sarà facile esportare a Roma il modello cultural-sportivo evoluto del Consorzio ma nel programma ci saranno: "Ricerca, innovazione, formazione allenatori".

A Magri resterà la gestione dei grandi eventi: "Sulla sua capacità di organizzarli credo non si possa dubitare".

Esperienza: Unico membro riconfermato del CdA della Siar, la società che gestisce l'autodromo di Monza, dopo il noto braccio di ferro con Ecclestone, Alessandra Marzari dice: "Proporrò la presenza di una figura adeguata che si occupi di marketing perché la Federazione può davvero valorizzare il nostro sport. Ora apriremo un blog per raccogliere le istanze delle società e le porterò nel programma; c'è uno studio per non aumentare le tasse e sempre nel programma sarà inserita la messa a disposizione di un fondo federale che garantisca per le società i piccoli prestiti accesi col Credito Sportivo per le migliorie agli impianti così da evitare che a esporsi siano i dirigenti. L'ascolto delle esigenze sarà caratterizzante con appositi spazi social e un numero Whatsapp, oltre alla mia disponibilità personale".