Cev Cup: Piacenza 3-0 senza problemi all'Innsbruck

LPR PIACENZA-HYPO TIROL INNSBRUCK 3-0 (25-21, 25-22, 25-12)
LPR Volley PIACENZA: Hierrezuelo Aguirre 7, Clevenot 11, Yosifov 7, Hernandez Ramos 16, Marshall 10, Alletti 3, Mania (L), Papi (L), Cottarelli, Tzioumakas 3. N.E. Zlatanov, Parodi, Tencati. All. Giuliani.
Hypo Tirol INNSBRUCK: Juhkami 9, Chrtiansky 6, Yenipazar 2, Souza Da Silva 5, Teppan 9, Frances 4, Provenzano (L), Kronthaler, Król 2, Tusch. N.E. Beer. All. Gavan.
ARBITRI: Magnusson, Moula.
NOTE - durata set: 27', 25', 21'; tot: 73'.

PIACENZA – Prosegue la corsa europea dell'Lpr Piacenza, che liquida con un rotondo 3-0 gli austriaci dell’Hypo Tirol Innsbruck nel match d’andata dei sedicesimi di finale di Cev Cup. La squadra di Giuliani sfrutta a dovere il fattore campo, uscendo progressivamente alla distanza: punto a punto il primo set, equilibrio anche per buona parte del secondo, mentre la terza frazione è stata un monologo biancorosso. In chiave qualificazione, i conti si regoleranno nel match di ritorno in Austria il programma il 18 gennaio.

I PIU’ E I MENO – Evidente il divario tra le due formazioni, evidenziato anche dalle statistiche. La battuta di Piacenza è stato uno spartiacque importante nell’incontro: quando è stata troppo fallosa (primo set, 8 errori), Innsbruck è riuscita a stare in partita, poi sono iniziati i problemi degli austriaci, anche perché il muro dell’Lpr ha fatto la voce grossa (12 totali, la metà nel terzo set). Hernandez è stata una scheggia impazzita nel fianco avversario (16 punti e 64 per cento in attacco), ben affiancato dai martelli Marshall e Clévenot, entrambi in doppia cifra. In casa Hypo Tirol, qualche buon sprazzo per gli estoni Teppan e Juhkami (9 punti a testa).

COSA VI SIETE PERSI – Amici-colleghi per tanti anni, avversari per un giorno. La sfida Piacenza-Innsbruck ha visto anche la sfida nella sfida in panchina tra Alberto Giuliani (head coach dell’Lpr) e Francesco Cadeddu, secondo allenatore della formazione austriaca. In coppia, in Italia hanno collezionato svariati successi, tra i quali tre scudetti sulla panchina di Cuneo (2010) e Lube (2012 e 2014). Il match ha segnato anche il debutto stagionale europeo di Leonel Marshall: lo schiacciatore dell’Lpr, infatti, era assente per infortunio nella precedente doppia sfida con lo Stroitel Minsk.

SESTETTI IN CAMPO – Sfruttando il regolamento internazionale, Piacenza non deve fare i conti come in Italia e schiera la formazione più "straniera": diagonale cubana Hierrezuelo-Hernandez, Marshall e Clévenot in posto quattro, Alletti e Yosifov centrali e Manià libero. Innsbruck risponde con Yenipazar in palleggio, l’ex Trento Chrtiansky e Jukhami in banda, Teppan opposto, i brasiliani Frances e Souza al centro e Provenzano libero.

LA PARTITA – Il primo set è equilibrato e – dopo il primo break ospite (1-3) grazie al muro – scivola via senza padrone, con le due squadre che arrivano a braccetto fino a quota 19, poi il turno in battuta di Alletti propizia il break di Piacenza: Clévenot mette giù la palla al terzo tentativo, Hierrezuelo chiude di prima intenzione e Teppan pesta la linea dei tre metri per il 22-19 Lpr. La panchina Hypo Tirol spende il secondo time out, ma Yosifov firma il muro del 24-20, preludio al 25-21 siglato da Hernandez (6 punti nel set con il 67 per cento di positività in attacco).

Nel secondo set, la squadra di Giuliani si asciuga sul +2 con l’ace di Clévenot e l’errore di Juhkami (8-6), poi l’Hypo Tirol ribalta la situazione con Teppan e Chrtiansky (9-10). Piacenza non perde la lucidità (11-11 con Marshall), anche se al secondo time out tecnico è sotto di una lunghezza (15-16 con un’invasione fischiata alla prima linea biancorossa). Ancora Teppan (7 punti nel set) spinge gli austriaci (15-17), ma Hernandez dice no, ribaltando la situazione con due contrattacchi consecutivi (18-17 e time out avversario). Marshall costruisce un altro mattoncino (muro del 19-17), poi è ancora Lpr in salsa cubana con Hernandez imprendibile per il muro e per la difesa ospiti (21-18). Basta così, con Piacenza che amministra e vola verso il 2-0 (25-22).

Gli emiliani volano sulle ali della fiducia, come testimonia il 5-2 che vede protagonisti Marshall (alzata e muro) e Clévenot (due pipe). Gavan chiama time out, Innsbruck prova a stare aggrappata al match (6-5), ma il muro di Hierrezuelo ristabilisce le distanze (8-5 alla prima sosta programmata). La squadra di Giuliani è frizzante (11-6) e prende il largo (ace di Hierrezuelo per il 13-7, secondo time out Innsbruck). Il palleggiatore caraibico concede il bis al servizio, poi entra Tzioumakas e firma subito il 16-8. Marshall chiude una slash con la mano sinistra, Clévenot lascia andare il braccio in battuta per l’ace del 18-8: la partita, di fatto, è finita, con Piacenza che si invola verso il 25-12 e il 3-0.


Newsletter Volleyball.it - Iscriviti / Subscribe

* indicates required

Volleyball.it will use the information you provide on this form to be in touch with you and to provide updates and marketing. Please let us know all the ways you would like to hear from us:

You can change your mind at any time by clicking the unsubscribe link in the footer of any email you receive from us, or by contacting us at [email protected] We will treat your information with respect. For more information about our privacy practices please visit our website. By clicking below, you agree that we may process your information in accordance with these terms.

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp's privacy practices here.


💬 Commenti