Lutto. Ritrovati i corpi di Visser e del compagno Severein

Scritto da Luca Muzzioli  | 

[caption id="" align="alignleft" width="400"] foto[/caption]da Corriere.it

MURCIA - Sarebbero stati ritrovati i corpi di Ingrid Visser e del suo compagno Lodewijk Severein. L'ex nazionale olandese, 35 anni (500 presenze in maglia arancione, un record, campionessa d'Europa nel 1997 e vice nel 2009, ex giocatrice di Vicenza) era scomparsa insieme al compagno il 13 maggio scorso a Murcia, in Spagna. Anche Severein, 57 anni, aveva giocato a pallavolo in gioventù.


DUE ARRESTI - La polizia non conferma l'identità dei due cadaveri ritrovati a una dozzina di km dalla città, tra i paesi di Zeneta e Alquerias, ma spiega che si tratta di due corpi rinvenuti, grazie all'aiuto di cani poliziotto, semisepolti in una limonaia. L'alta statura di entrambi - 191 cm per Visser - lascia pochi dubbi. La Federvolley spagnola (Rfevb) ha diramato un comunicato ufficiale di cordoglio. Visser e Severein erano in Spagna, dove l'atleta aveva giocato un paio di stagioni, per un appuntamento in una clinica della fertilità. L'appuntamento era in programma il 14 maggio ma la coppia non si è mai presentata. Il 22 maggio è stata ritrovata, non lontano dall'albergo, la loro auto. Per la stampa spagnola, però, non ci sarebbero dubbi. Secondo El Pais, inoltre, due persone collegate al crimine organizzato sarebbero state arrestate nella zona di Valencia proprio in relazione all'accaduto. In attesa del riconoscimento la famiglia ha diffuso una nota ufficiale in cui si definisce "molto scossa".


LA SCOMPARSA - La coppia era arrivata a Murcia il 13 maggio, aveva effettuato il check-in all'hotel Churra-Vistalegre, aveva disfatto i bagagli e si era allontanata con la vettura presa a noleggio al vicino aeroporto di Alicante. Non aveva più fatto ritorno in albergo. La vettura è stata ritrovata il 22 maggio nel centro di Murcia. L'allarme era scattato, da parte olandese, dalle famiglie che non avevano visto tornare Visser e Severein il 15, come previsto, e da parte spagnola dopo un avviso della clinica dove avrebbe dovuto svolgersi la visita. Diversi amici, come l'ex calciatore Ruud van Nistelrooy, si erano dati da fare con le ricerche, diffondendo volantini.