VNL F.: Finale 1° posto, Italia-Brasile 3-0. E' davvero grande Italia. Un gruppo con una marcia in più

Scritto da Luca Muzzioli  | 

FINALE 1° POSTO
ITALIA - BRASILE 3-0 (25-23, 25-22, 25-22)
ITALIA: Chirichella 9, Orro, Pietrini 8, Danesi 9, Egonu 21, Bosetti 11, De Gennaro (L). Lubian, Malinov 1, Fersino (L). N.e: Sylla, Nwakalor, Gennari, Bonifacio, All. Mazzanti
BRASILE: Macris 2, Gabi 11, Carol 8, Kisy 14, Julia 3, Kudiess 1, Costa (L). Geraldo 1, Roberta, Rosamaria, Ana Cristina 6, Daroit 1, Natalia, Lorena 1. All. Ze Roberto
Arbitri: Ozbar Nurper (Tur) e Rene Karina Noemi (Arg).
Durata: 28’, 26’, 26’.
Italia: 0 ace, 3 battute sbagliate, 8 muri, 19 errori totali. Turchia: 3 ace, 3 bs, 4 m, 16 et.
Tutti i risultati dell'edizione 2022 della VNL - I premi individuali - Tutte le news di VNL femminile - Albo d'oro

ANKARA (Turchia) - L'Italia vince la medaglia d'oro alla Volleyball Nations League superando 3-0, più nettamente di quanto non dicano i parziali, il Brasile. Una finale in linea con il resto del percorso delle azzurre che in questa Final Eight hanno lasciato un solo set alle avversarie (3-1 alla Cina, 3-0 alla Turchia, 3-0 al Brasile) e chiude la rassegna dopo 11 vittorie consecutive.
E' un oro che vale. Il primo della storia azzurra tra Grand Prix e VNL, un successo che è una conferma, dopo l'oro Europeo che la strada tracciata da questo gruppo è vincente. Una vittoria davvero corale in una giornata dove Egonu, 21 punti per lei, regala qualche sbavatura che esalta anche le compagne: Bosetti, Pietrini, Danesi in fase realizzativa.
Si interrompe così il "monopolio" degli USA vincitori nelle edizioni 2018, 2019 e 2021.

LA PARTITA - Azzurre con Pietrini titolare al posto di Sylla. Due errori brasiliani aiutano l'Italia ad allungare 5-2.  Paola Egonu si fa sentire con il primo punto sul 6-3 con una bella diagonale lunga nell'angolo di 1 avversario. Sul 8-3 c'è un doppio cambio del Brasile che inserisce Roberta in regia e Lorenne per Kisy e Macris. Egonu continua a picchiare (già 4 attacchi vincenti) mentre il Brasile commette errori: sia arriva 12-6.  Attacco del Brasile al 24% in questo avvio. Pietrini si esalta con due muri importanti che portano le azzurre sul 16-10. A parte due turni di battuta consecutivi fallosi, l'Italia resta ben concentrata e difende tantissimo vincendo uno scambio interminabile, di quelli che caricano la squadra, siamo 20-15. Un muro di Kisy su Pietrini, un ace du Gabi favorito dalla rete vale un -2 (23-21). Da -6 al -1 favorito anche da battute sbagliate delle azzurre.   Carol mura Egonu: 23-22.  Kisy sbaglia un appoggio e "serve" Danesi per il 24-22. Orro serve out, Carol anche. 25-23, 7 punti di Egonu, 3 di Chirichella e Danesi. Gabi 5 per il Brasile.

Zé Roberto riparte con Macris in regia. 4-4 in avvio, set in maggior equilibrio con inerzia azzurra. Bosetti ottima in attacco, sua la firma sull'allungo che vale il 12-9 al time out tecnico.  Gabi sbaglia in pipe (2° nel parziale) e l'Italia va a +4 (14-10). Out Bergman (contro muro a uno): 15-10. La battuta azzurra manda in affanno lo sviluppo del gioco brasiliano (ace di Bosetti, 5° punto personale nel set sin qui). Sul 19-13 Zé Roberto spende un time out, spazientito. L'Italia difende, in contrattacco c'è Pietrini, poi Egonu incrocia da 2: 22-18. Macris cerca sbocchi centrali con una Carol che incide.  Sul 22-20 (errore Egonu) Mazzanti chiama il time out.  Paola sbaglia qualcosa di più del solito, ma firma il 24-21.  Malinov entra e chiude immediatamente con pallonetto di seconda. 6 punti di Egonu, 5 di Bosetti, 3 di Pietrini. Nel Brasile 5 di Kisy, 4 della centrale Carol.

Cambia il volto del Brasile con gli ingressi di Daroit in posto 4 per Bergmann e al centro Lorena entra per Julia. Proprio Lorenz in fast sigla un +2 Brasile (4-6). Sorpasso Italia con Egonu in pipe (muro brasiliano spiazzato): 9-8, è già il 5° punto dell'opposta azzurra nel parziale. Danesi mura, Bosetti è imprendibile in attacco: 15-12. Zé Roberto cambia ancora: Roberta in regia, Ana Cristina in posto 2 (fa subito due punti) per Macris e Kisy, ma l'Italia (entra Malinov) tiene il vantaggio con Bosetti che usa spada e fioretto in attacco con grande tecnica: 18-14, 19-15. E' al 4° punto nel set.  Ana Cristina trascina il Brasile al 20-19, 5 punti e 71% per lei; 21-21, 6° punto. Egonu mura Ana Cristina poi contrattacca: 21-21. Egonu spinge, sigla in tutto 21 punti. L'ultimo punto che vale il primo oro azzurro alla VNL è il muro di Chirichella su Gabi.



Newsletter Volleyball.it - Iscriviti / Subscribe

* indicates required

Volleyball.it will use the information you provide on this form to be in touch with you and to provide updates and marketing. Please let us know all the ways you would like to hear from us:

You can change your mind at any time by clicking the unsubscribe link in the footer of any email you receive from us, or by contacting us at [email protected] We will treat your information with respect. For more information about our privacy practices please visit our website. By clicking below, you agree that we may process your information in accordance with these terms.

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp's privacy practices here.


💬 Commenti