Superlega: In una Kione Arena sold out è festa solo per la Lube

Scritto da Gloria Turatello  | 

Pallavolo Padova - Cucine Lube Civitanova 0-3 (22-25, 14-25, 17-25)
Pallavolo Padova: Saitta 1, Desmet 8, Canella 8, Petkovic 10, Takahashi 4, Crosato 2, Zenger (L), Gardini 0, Zoppellari 0, Volpato 1, Asparuhov 1, Guzzo 1. N.E. Lelli, Cengia. All. Cuttini. 
Cucine Lube Civitanova: De Cecco 3, Bottolo 12, Anzani 5, Zaytsev 13, Nikolov 6, Chinenyeze 10, Gottardo 0, Garcia Fernandez 3, D'Amico (L), Balaso (L). N.E. Ambrose, Diamantini, Yant Herrera, Sottile. All. Blengini. 
ARBITRI: Caretti, Piana. 
NOTE - durata set: 26', 20', 23'; tot: 69'. Spettatori: 3.810. MVP: De Cecco.

Padova - Turno di Santo Stefano alla Kioene Arena, dove i padroni di casa ospitano i Campioni d’Italia della Cucine Lube Civitanova infarcita di ragazzi cresciuti all’ombra del Santo. I cucinieri, dopo il libero Balaso, ormai da anni trasferitosi nelle Marche, durante l’estate hanno ringiovanito il team prelevando dalla squadra veneta anche Mattia Bottolo e Mattia Gottardo (sebbene per quest’ultimo si tratti di prestito). Non esattamente il tipico rientro a casa per le festività per i giovani alla prima esperienza fuori casa, ma il clima natalizio dovrebbe se non altro mitigare l'emozione della prima contro.

Ad inizio campionato a Civitanova, la Pallavolo Padova ha sorpreso i ragazzi di Blengini con una vittoria che ha dato fiducia ai veneti, ma a mesi di distanza la Cucine Lube ha preso il ritmo ed è risalita in classifica, mentre Padova ha subito qualche battuta d’arresto di troppo e la situazione è quindi ben diversa dalla gara d'andata.

Dopo un primo set piuttosto equilibrato, la forza della Cucine Lube e la classe di alcuni dei suoi veterani vengono fuori, lasciando poco spazio ai padroni di casa, dal canto loro poco precisi ed un po’ troppo remissivi. Vero che quando la Lube spinge ce n’è per pochi, soprattutto con un De Cecco (al termine MVP del match), che fa quello che vuole con i suoi, ma i padovani sembrano in gran parte non crederci proprio. Non c’è storia tra le due compagini e gli ospiti si prendono l'intero bottino in palio, mettendo ancora più nei guai la Pallavolo Padova sempre più in fondo alla classifica.





SESTETTI - La Pallavolo Padova parte con una sola differenza rispetto al solito sestetto base: Canella al posto di un Volpato alle prese con qualche problema fisico, ma conferma la solita diagonale Saitta-Petkovic, a completare il reparto centrali Crosato, come schiacciatori Takahashi e Desmet, libero Zenger. Blengini per la Cucine Lube Civitanova risponde con De Cecco al palleggio e Zaytzsev opposto, i centrali Anzani e Chinenyeze, Nikolov schiacciatore, chiudendo il sestetto con gli ex Bottolo e Balaso.

I PIU’ ED I MENO - I numeri parlano chiaro: la differenza è netta tra la squadra di Blengini e quella di Cuttini. A partire dall’attacco dove i marchigiani registrano un 57% contro il 43% dei veneti che viaggiano sule medesime percentuali anche in ricezione: 45% infatti quella positiva per i padovani, a fronte di un 58% di Balaso e compagni. A muro gli ospiti surclassano i bianconeri 9 a 2, con 3 muri di Chinenyeze che attacca anche con l’88% di efficienza. Al servizio i cucinieri sbagliano per 2 volte, ma mettono 6 ace di cui 3 di Bottolo, mentre i veneti sbagliano 16 volte e segnano solo 2 ace, entrambi ad opera di Desmet (autore di un ottimo primo set, ma poi dissoltosi nel resto della gara). Top scorer Ivan Zaytsev con 13 punti, il 55% in attacco, 1 muro ed 1 ace. 

LA GARA - L’inizio del match è in mano di Padova, che dall’1-0 di Petkovic va prima 4-2 con Desmet e poi 8-4 con l’ace dello stesso belga. Ci provano Zaytsev e Bottolo in pipe, ma Petkovic e Takahashi aiutano a mantenere il vantaggio e con la veloce di Canella siamo 13-10. De Cecco guida i suoi alla rimonta: Zaytsev e Nikolov impattano a quota 13. La Cucine Lube ci mette un po’, ma riesce nel sorpasso 15-16 grazie all'attacco del suo opposto. L’ace di Bottolo porta i cucinieri al primo doppio vantaggio, ma Takahashi interrompe subito il tentativo di serie dai 9 metri del bassanese.  Civitanova tenta la fuga ma Padova riesce sempre ad impattare fino all’ace di Desmet del 22-22. Il belga manda però fuori il servizio successivo, entra Gabi Garcia ed il portoricano mette i due attacchi che valgono il set 22-25.

In avvio di seconda frazione la Cucine Lube decide di cambiare ritmo e spinge con i centrali, che portano sull'1-3, Zaytsev ed un errore di Desmet fanno volare i marchigiani 1-5, costringendo Cuttini al time out. Civitanova allunga ancora 4-10, poi Padova riesce ad accorciare con Petkovic 6-10, ma gli ospiti allungano ancora grazie ai tre punti di Bottolo (11-18). Cuttini prova con i cambi: dentro Asparuhov e Volpato per Takahashi e Crosato, ma la situazione non cambia, anzi peggiora e soccombe sotto i servizi di Bottolo ed i muri di Nikolov (13-21). Anzani e gli errori dei bianconeri lasciano i veneti sul posto e danno anche il secondo set agli ospiti. 

Prova la reazione Padova portandosi 4-2 con Petkovic, ma Nikolov e Bottolo impattano subito e costringono i veneti a ripartire da capo, infatti i marchigiani sorpassano con il mani out di Bottolo e allungano con il muro di Anzani su Takahashi (6-8). Zaytsev spinge da posto 1 e la Cucine Lube si porta a +3, poi De Cecco di 2^ va 10-14, con Cuttini che sospende di nuovo il gioco. Chinenyeze imperversa e si va 11-16, Canella e Desmet ci provano, ma la Cucine Lube ha anche fortuna e con l’ace di rete di Bottolo va 13-19. Doppio cambio della diagonale per i padroni di casa e Guzzo si presenta con un mani out (15-20), ma il gap è già troppo consistente ed alla Cucine Lube non serve molto per prendersi anche il set, ancora una volta chiudendo la frazione con un ace di Gabi Garcia Fernandez, gettato nella mischia proprio per il fondamentale.

HANNO DETTO 
Marco Volpato (Pallavolo Padova): “Abbiamo fatto un buon primo set centrando un ottimo approccio. Purtroppo non siamo riusciti a dare continuità e la forza della Lube è emersa. Dobbiamo rimboccarci le maniche e ripartire con determinazione perché le prossime gare in casa ci diranno molto sul nostro destino in SuperLega”.
Gianlorenzo Blengini (allenatore Cucine Lube Civitanova): “Ci aspettavamo un’aggressione padovana in avvio perché loro giocavano in casa con un bellissimo palazzetto pieno e cercavano ‘punti salvezza’. I nostri avversari sono partiti meglio, portandosi avanti anche di 4 o 5 lunghezze, ma poco alla volta siamo riusciti a mettere ordine nella fase break, soprattutto in battuta e a muro. Nei successivi set siamo abbiamo impresso al match i nostri ritmi. Siamo andati bene in battuta, ma un po’ in tutti i fondamentali. Per noi è bellissimo giocare in palazzetti così pieni, rumorosi e caldi. Un’atmosfera così ti fa pesare meno la lontananza dalla famiglia durante le festività. Giovedì in Coppa Italia contro Milano servirà una grande prova, i ragazzi hanno bisogno di tutto il sostegno possibile da parte dei tifosi”.



Newsletter Volleyball.it - Iscriviti / Subscribe

* indicates required

Volleyball.it will use the information you provide on this form to be in touch with you and to provide updates and marketing. Please let us know all the ways you would like to hear from us:

You can change your mind at any time by clicking the unsubscribe link in the footer of any email you receive from us, or by contacting us at [email protected] We will treat your information with respect. For more information about our privacy practices please visit our website. By clicking below, you agree that we may process your information in accordance with these terms.

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp's privacy practices here.