A1 F.: Kosheleva MVP guida Vallefoglia al 3-0 su una Busto Arsizio che non decolla

MEGABOX OND. SAVIO VALLEFOGLIA - E-WORK BUSTO ARSIZIO 3-0 (25-18 25-18 25-21) - MEGABOX OND. SAVIO VALLEFOGLIA: Aleksic 4, Hancock 3, Kosheleva 16, Mancini 7, Piani 10, D'odorico 13, Sirressi (L), Lutz 3, Carraro. Non entrate: Martinelli, Borelli (L), Papa, Berti, Barbero. All. Mafrici. 
E-WORK BUSTO ARSIZIO: Lloyd 1, Omoruyi 7, Olivotto 7, Montibeller 13, Degradi 2, Zakchaiou 4, Bressan (L), Stigrot 6, Lualdi 2, Monza. Non entrate: Colombo, Battista. All. Musso. 
ARBITRI: Lot, Turtu'. 
NOTE - Spettatori: 468, Durata set: 24', 26', 24'; Tot: 74'. 
MVP: Kosheleva.
Top scorers: Kosheleva T. (16) D'Odorico S. (13) Montibeller R. (13) 
Top servers: Montibeller R. (2) D'Odorico S. (2) Omoruyi L. (1) 
Top blockers: Aleksic M. (3) Omoruyi L. (2) Olivotto R. (2)

URBINO - La Megabox vince 3-0 con Busto Arsizio, guadagna il secondo successo consecutivo e, soprattutto, guarda con più ottimismo al futuro, perché la squadra cresce, è determinata ed esce da questo avvio di campionato, caratterizzato da 5 partite in 2 settimane, con tanta energia e più autostima. L'Mvp è Tatiana Kosheleva (16 punti), che dopo aver ritirato il premio ha ringraziato tutte le sue compagne di squadra. Ed effettivamente, la firma sul successo è senza dubbio del collettivo. Un’altra buona notizia per coach Mafrici.

LA PARTITA - Nel primo set c'è Lloyd, acciaccata, nella regia di Busto Arsizio e il primo minibreak lo scava Rosamaria con un pallonetto (3-5). Piani e Kosheleva riportano il parziale in parità (6-6), ma funziona il muro delle ospiti (7-9) e la partita è in perfetto equilibrio, spezzato dalle marchigiane (16-12, e 20-14), che trovano spazi utili nella difesa bustocca, grazie anche al doppio cambio lungo di Mafrici (Lutz-Carraro per Hancock-Piani). Al servizio Vallefoglia arriva al 25-18.

Nel secondo set, sono il muro e la difesa della Megabox funzionano e spezzano l'equilibrio iniziale (11-6), con Musso costretto a chiedere time-out. Le “Tigri” del Vallefoglia sembrano giocare sul velluto, sbagliano poco: funziona, in particolare, l'intesa ricezione-regia, con Busto Arsizio che non riesce a leggere nelle mani di Hancock (18-9 con la schiacciata di Kosheleva), perché la regista ha una straordinaria velocità nella distribuzione dei palloni. Lloyd fatica, Musso mette Monza al suo posto in regia e Vallefoglia è al massimo vantaggio (21-10), con l'accoppiata a muro Piani-Mancini che è implacabile. Omoruyi fa vedere di cosa è capace, anche in chiave azzurra, e insieme a lei Rosamaria, ma non basta a Busto che perde anche il secondo parziale a 18.

Per Vallefoglia, il rischio nel terzo set era quello di allentare la presa: non è stato così. Busto non ha punti di riferimento (4-2) e si aggrappa al servizio di Rosamaria e alle schiacciate di Omoruyi per tenersi in partita (5-6). Come per i primi due set, le squadre si rincorrono fino a un quarto del parziale (12-12), poi è D'Odorico a spezzare l'equilibrio (16-13), a punto dalla banda e con il servizio. La Megabox non rischia niente, nella difesa non ci sono varchi e la partita finisce su un tranquillo 25-21, al secondo match-ball.

HANNO DETTO
Tatiana Kosheleva, a Vallefoglia, nuovamente MVP, conferma che il premio è per la squadra, perché finalmente è il risultato della collaborazione di tutto il team; dopo il  brutto infortunio è tornata in campo più determinata  che mai e afferma: "Sono fortunata, perché faccio una cosa che mi piace, che mi da risultati , ma  soprattutto perché mi fa sentire sempre  più parte di una grande famiglia”.

Rosamaria (Busto Arsizio): "Sapevamo che sarebbe stata una gara difficile, credo che non abbiamo fatto bene con il muro difesa e anche con la battuta, favorendo così il gioco di Vallefoglia. Il livello delle attaccanti della Megabox è ottimo e quindi la partita è andata in discesa per le nostre avversarie. E' dura uscire dal campo con una sconfitta così, ma ora dobbiamo continuare a guardare avanti e lavorare in palestra per il prossimo match".

Marco Musso (Busto Arsizio): "Anche oggi difficile da commentare: credo che dobbiamo fare i conti con quello che siamo in questo momento, col fatto che dobbiamo essere consapevoli che tutto questo non è sufficiente per andare da nessuna parte. Non bastano due allenamenti fatti meglio rispetto all'ultimo mese per pensare di essere guariti. Oggi siamo un gruppo con grosse difficoltà: parliamo troppo di individualità quando da questi problemi si esce da squadra. E' necessario fare qualcosa in più per gli altri: ora sotto con il lavoro, aumenteremo le richieste, dovrà aumentare l'auto-esigenza da parte di tutti altrimenti la stagione è difficile da girare. Qui ci sono ottimi giocatori che possono fare ottime cose, ma per esserlo concretamente devono entrare nell'ottica di fare qualcosa in più per tutto il contesto. Dobbiamo fare tutti di più, me compreso".



Newsletter Volleyball.it - Iscriviti / Subscribe

* indicates required

Volleyball.it will use the information you provide on this form to be in touch with you and to provide updates and marketing. Please let us know all the ways you would like to hear from us:

You can change your mind at any time by clicking the unsubscribe link in the footer of any email you receive from us, or by contacting us at [email protected] We will treat your information with respect. For more information about our privacy practices please visit our website. By clicking below, you agree that we may process your information in accordance with these terms.

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp's privacy practices here.


💬 Commenti