Europei U21F.: Azzurrine, che cuore. Da 0-2 a 3-2 con la Serbia. Vittoria e primo posto nella pool

Scritto da Redazione Volleyball.it  | 
SERBIA-ITALIA 2-3 (25-23, 25-13, 17-25, 17-25, 19-21)
SERBIA: Tisma 8, Tica 18, Osmajic 18, Taubner 9, Kockarevic 12, Malesevic 7; Gocanin (L), Mandovic, Savicecevic, Vrceli, Cvetkovic, Novosel 5. Ne: Grabij, Pakic (L). All. Boricic.
ITALIA: Omoruyi 16, Graziani 11, Diop 5, Cagnin 16, Nwakalor 11, Monza; Armini (L), Frosini 12, Bartolucci 3, Marconato, Nardo 2, Bolzonetti. All. Pieragnoli.
ARBITRI: Niewiarowska (POL), Miklosic (SLO)
DURATA SET: 27’, 22’, 23’, 24, 34’
SERBIA: 6 a, 15 bs, 7 mv, 31 et
ITALIA: 7 a, 11 bs, 13 mv, 26 et

CERIGNOLA - Questa sera al Pala Tatarella di Cerignola la Nazionale under 21 femminile ha compiuto una vera e propria impresa e ha chiuso al primo posto la Pool I dei Campionati Europei di categoria. Le azzurrine si sono imposte 3-2 (23-25, 13-25, 25-17, 25-17, 21-19) sulla Serbia. Sotto di due set in avvio di gara le azzurrine sono state protagoniste di una spettacolare reazione d’orgoglio e nella terza e quarta frazione sono state assolute protagoniste in campo. Combattutissimo il quinto set che alla fine ha premiato la tenacia dell’Italia.
Domani le azzurrine avranno a disposizione una giornata di riposo. Torneranno in campo sabato 16 luglio al Pala Tatarella contro la Turchia, che ha chiuso al secondo posto la Pool II. L’altra semifinale vedrà in campo Serbia e Polonia.

SESTETTI – Per questo ultimo impegno della fase a gironi il tecnico Luca Pieragnoli si affida al sestetto con la diagonale Monza-Diop, Omoruyi e Cagnin in banda, Graziani e Nwakalor al centro e Armini libero. Marijana Boricic, allenatrice della Serbia, schiera invece lo starting six con Tisma, Tica, Osmajic, Taubner, Kockarevic, Malesevic e il libero Gocanin.

LA PARTITA - Match dai ritmi serrati sin dalle prime battute: al primo allungo dell’Italia (1-3) risponde prontamente la Serbia che pareggia i conti (4-4) e prova a scappare (10-6). Le azzurrine sono brave a ricompattarsi, a riprendere il ritmo (12-10) e a ristabilire la parità (16-16). Le due formazioni viaggiano quindi sostanzialmente punto a punto (21-21) e nel finale è la Serbia a trovare lo spunto giusto per conquistare il primo set (25-23).
In avvio di seconda frazione cambio in regia per l’Italia: Bartolucci, entrata nel corso della frazione precedente resta in campo al posto di Monza. E’ La Serbia a rompere l’equilibrio di inizio set (4-4) e a portarsi avanti (7-4). Le azzurrine faticano a trovare il giusto ritmo e le avversarie restano avanti (16-10), allungano il passo (20-11) e conquistano anche il secondo set (25-13).
Al rientro in campo si riparte sul filo dell’equilibrio (4-4). A differenza dei set precedenti sono le azzurrine a imporre il proprio ritmo e a portarsi in vantaggio (6-9). Trovato il giusto assetto in campo ora è l’Italia a condurre e a non permettere alle avversarie di riavvicinarsi (11-14). Le ragazze di Pieragnoli continuano a macinare buon gioco e punti (14-20), chiudono agevolmente il set (17-25) e riaprono la partita.
La quarta frazione è ancora tutta targata Italia: le azzurrine rientrano in campo col piglio giusto (2-6) e allungano il passo (5-11). La Serbia è in difficoltà e l’Italia capitalizza (9-15). Un ace di Bartolucci vale il +9 (12-21), le azzurrine amministrano, chiudono il set (17-25) e portano la partita al tie-break.
La quinta frazione è equilibratissima (6-6). Sono le azzurrine a trovare il primo allungo e ad arrivare al cambio campo sul +2 (6-8). La Serbia ricuce e riporta la partita in parità (8-8) e si procede punto a punto (13-13). La Serbia conquista il primo match point (14-13), l’Italia annulla e si va ai vantaggi (14-14). Spinte dall’entusiasmo del Pala Tatarella, nel concitato finale, sono le azzurrine a mettere in campo maggiore determinazione e a chiudere set e partita (19-21).

LUCA PIERAGNOLI: “Come si sapeva incontravamo una grande squadra e lo ha dimostrato in campo. Io sono strafelice perché ho scoperto veramente queste ragazze. Non le ho mai allenate per molto tempo, anche se le conosco da sempre. Avevo sempre un’immagine parziale. Questa sera, da un certo momento in poi hanno fatto vedere di che pasta sono fatte, che forza e personalità hanno. Sono doppiamente felice, al di là della vittoria, di aver visto che squadra, che ragazze sono le ragazze dell’Italia”.

LOVETH OMORUYI: “E’ stata una partita difficile. Siamo partite un po’ tese perché sapevamo che era un match importante che decideva la prima posizione della Pool. L’importante era uscirne vincenti e ci siamo riuscite. Domani abbiamo una giornata libera e sarà fondamentale per recuperare le energie e poi pensare alla semifinale che giocheremo tra due giorni”.

ALICE NARDO: “E’ stata una partita fantastica, davvero emozionante. Il pubblico ha fatto il 90% del lavoro. Sono stati fantastici, noi eravamo sotto 2-0 in una situazione difficilissima, ma l’abbiamo spuntata e siamo felicissime. Ci portiamo a casa questo primo posto e ora pensiamo alla semifinale”.


Newsletter Volleyball.it - Iscriviti / Subscribe

* indicates required

Volleyball.it will use the information you provide on this form to be in touch with you and to provide updates and marketing. Please let us know all the ways you would like to hear from us:

You can change your mind at any time by clicking the unsubscribe link in the footer of any email you receive from us, or by contacting us at [email protected] We will treat your information with respect. For more information about our privacy practices please visit our website. By clicking below, you agree that we may process your information in accordance with these terms.

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp's privacy practices here.


💬 Commenti