Superlega: Video Check come il Challenge FIVB, da posizionarsi lontano dai campi?

Dirigenti troppo vicini, allenatori che discutono con il 3° arbitro... casi da evitare

Scritto da Luca Muzzioli  | 

MODENA - In queste prime giornate di Superlega è capitato di vedere come troppo spesso le posizioni dei video check con il responsabile e il terzo arbitro siano sono soggette a presenze esterne troppo ravvicinate. 
Dai dirigenti di club seduti al fianco della "scatola magica" a sbirciare e magari anche lasciarsi scappare un giudizio (seppur ininfluente e inascoltato dalla categoria arbitrale), ad allenatori che - nel caso di domenica con Bernardi non in sintonia con una decisione presa in precedenza - si mettono a discutere con il terzo arbitro, a sua volta, redarguito dal secondo...

Considerando che già ora gli arbitri comunicano tra loro con un collegamento radio, il video check traslocherà lontano dal campo come già accade con la regia del video challenge della FIVB nelle manifestazioni internazionali?  



Newsletter Volleyball.it - Iscriviti / Subscribe

* indicates required

Volleyball.it will use the information you provide on this form to be in touch with you and to provide updates and marketing. Please let us know all the ways you would like to hear from us:

You can change your mind at any time by clicking the unsubscribe link in the footer of any email you receive from us, or by contacting us at [email protected] We will treat your information with respect. For more information about our privacy practices please visit our website. By clicking below, you agree that we may process your information in accordance with these terms.

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp's privacy practices here.


💬 Commenti