Superlega: Padova-Modena 3-2. Petkovic bomber, Takahashi Mvp. Gara con 65 errori punto

1ª giornata (1/10/2022)
Pallavolo Padova - Valsa Group Modena 3-2 (25-22, 16-25, 25-17, 23-25, 15-11)
Pallavolo Padova: Saitta 3, Asparuhov 10, Canella 3, Petkovic 27, Takahashi 17, Crosato 9, Lelli (L), Zenger (L), Desmet 0, Zoppellari 0, Gardini 0, Guzzo 1. N.E. Cengia, Volpato. All. Cuttini.
Valsa Group Modena: Mossa De Rezende 4, Ngapeth 20, Stankovic 6, Lagumdzija 19, Rinaldi 12, Krick 7, Gollini (L), Sala 0, Rossini (L), Pope 1, Sanguinetti 0. N.E. Malavasi, Salsi. All. Giani.
ARBITRI: Brancati, Piperata.
NOTE - durata set: 31', 23', 27', 30', 19'; tot: 130'.
Punti Padova: 53 attacchi, 14 muri, 3 ace, 34 errori avversari
Punti Modena: 58 attacchi, 3 muri, 8 ace, 31 errori avversari
MVP: Ran Takahashi (Pallavolo Padova)
SPETTATORI: 1.905

HANNO DETTO
Davide Saitta
(palleggiatore Padova): “Se giochiamo da squadra possiamo ottenere risultati come quello di oggi. Abbiamo fatto bene, dando tutto in campo e siamo felicissimi. Sappiamo quale livello dobbiamo tenere per toglierci delle soddisfazioni, Il campionato sarà lungo e difficile, ma è stato un buon inizio”.
Bruno Mossa De Rezende (palleggiatore Modena): “Non abbiamo sicuramente fatto una buona partita. Dobbiamo continuare a lavorare con la massima serenità. Abbiamo tutti bisogno di migliorare e fare meglio, io in primis”.

PADOVA - Parte alla grande il campionato per la Pallavolo Padova contro il Valsa Group Modena, in un anticipo di lusso del campionato n° 78. Sfida tra le due società storiche della pallavolo italiana, quelle che hanno più campionati alle spalle. Modena, come spesso accade in avvio di campionato per le big, soffre la fatica dell'affiatamento.
Arriva così la sorpresa: i padroni di casa della Pallavolo Padova vincono la sfida nella prima giornata di campionato sempre avanti nel match: i veneti conquistano il primo parziale, gli ospiti riportano in parità il computo set, poi la scena si ripete: Padova vince il terzo, Modena riporta la situazione in parità e si va al tie-break dove i padroni di casa dopo un avvio strong, soffrono il rientro degli ospiti, ma tengono duro e conquistano la partita.

SESTETTI - Il confermatissimo coach Cuttini si trova con una squadra nuova per 8/14esimi e schiera per la sua prima partita Saitta al palleggio in diagonale con l'opposto serbo Petkovic, schiacciatori Takahashi e Asparuhov, al centro Canella in coppia con Crosato, e nel ruolo di libero il tedesco Zinger, proveniente da Trento.
Dall'altra parte Giani può affidarsi ad alcuni punti fermi, a partire dal regista Bruno, questa volta in diagonale con il neoacquisto Lagumdzija, e Ngapeth in banda con Rinaldi, al centro Stankovic e Krick, Gollini libero con Rossini che indossa la maglia da gioco normale e, nel corso della gara, non può soccorrere il giovane libero nei momenti di affanno sulla battuta di Petkovic.

I PIU' E I MENO - I numeri parlano di un sostanziale equilibrio in ricezione ed in attacco: 47% in ricezione e 46% in attacco per i padovani, contro il 48% in ricezione e 43% in attacco per i modenesi. Al servizio la Valsa Group regala un parziale ai padroni di casa, con ben 25 errori dai 9 metri, anche se con 8 ace (3 per Bruno e Rinaldi). Padova invece a fronte di 17 errori, segna soli 3 servizi vincenti. Grande la differenza a muro: Padova sovrasta i canarini che si fermano a 3, chiudendo la strada agli emiliani per ben 14 volte, di cui 6 a firma Crosato. Top scorer Petkovic con 27 punti ed il 52% in attacco, ma il titolo di MVP va a Takahashi, non solo per i 17 punti e 57% in attacco (con un 100% e 6 punti nel 4° set), ma anche per l'autorità e la prestazione in seconda linea e gli attacchi comunque sempre fastidiosi per la difesa ospite.

LA PARTITA - Il primo set inizia all'insegna dell'equilibrio, ma con tanti servizi sbagliati da entrambe le parti. Si porta avanti Modena, ma Padova sorpassa co Petkovic e allunga 8-4. La Valsa Group si riporta sotto con Lagumdzija, ma Petkovic interrompe la rimonta e riporta a distanza i veneti 11-8. Modena accorcia nuovamente, ma Padova riesce a mantenere avanti la testa fino all'aggancio a quota 15 da parte di Rinaldi. Sorpassa Modena 17-18, Cuttini inserisce Desmet per Asparuhov in seconda linea, poi Petkovic e Takahashi ricuciono il gap (21-21). Asparuhov sorpassa, poi chiudono Petkovic e Saitta di seconda (25-22).
Nella seconda frazione Padova conduce il gioco fino al 4-3, poi Ngapeth e l'ace di Bruno regalano il sorpasso agli emiliani, che staccano i padroni di casa con la pipe del francese (7-9). La Valsa Group allunga 8-11, poi prende il largo approfittando anche degli errori al servizio ed in attacco dei veneti che iniziano a provare con gli inserimenti dalla panchina: prima Guzzo per Petkovic (12-19), poi Desmet e Gardini per Asparuhov e Takahashi. Il trend è in favore di Modena, che si aggiudica la frazione senza problemi, chiudendo con una pipe di Rinaldi.
Nel terzo parziale riparte forte la Valsa Group che grazie a Ngapeth si porta subito 1-4, poi però Padova reagisce con C Crosato a muro (4-4), e spinta da Asdparuhov allunga 9-6. Ancora Crosato a muro porta i veneti 14-10, ma dal 15-10 di Takahashi i modenesi si riportano sotto con Rinaldi 15-13. Petkovic scalda le mani dai 9 metri e la scarica in attacco portando i suoi 23-15 e poi 24-16, quando ci pensa Ngapeth a mandare in rete consegnando il set ai padroni di casa.
Come nel 2° set, nella quarta frazione Modena si porta subito avanti (2-6), Padova ci mette un po' ad ingranare, ma con Takahashi riesce ad accorciare (10-12) e si procede a suon di cambiopalla. L'ace di Crosato porta a -1 Padova (12-13), poi qualche svarione e Modena torna a distanza (13-16). Dal 16-17 di Takahashi, due errori di Petkovic ed il Valsa Group va nuovamente a distanza (17-20). Padova alza il muro su Lagumdzija e con Takahashi si riporta a -1, annulla un set ball con Petkovic, ma cede al diagonale dell'opposto turco.
Nel tie-break si inizia con l'ace di Lagumdzija, poi dal 3-3 Takahashi va al servizio: con Petkovic in attacco e due muri di Saitta su Ngapeth Padova va al cambio di campo a +5 (8-3). Lagumdzija e compagni si riavvicinano con Rinaldi che mette il punto dell'aggancio (9-9). Petkovic interrompe la rimonta gialloblu con due colpi che valgono il break decisivo. Lagumdzija prova a ricucire, va 12-11, ma poi Rinaldi con due attacchi out confermati dai video check porta al match ball, che Padova chiude al primo tentativo con Petkovic.



Newsletter Volleyball.it - Iscriviti / Subscribe

* indicates required

Volleyball.it will use the information you provide on this form to be in touch with you and to provide updates and marketing. Please let us know all the ways you would like to hear from us:

You can change your mind at any time by clicking the unsubscribe link in the footer of any email you receive from us, or by contacting us at [email protected] We will treat your information with respect. For more information about our privacy practices please visit our website. By clicking below, you agree that we may process your information in accordance with these terms.

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp's privacy practices here.


💬 Commenti