Superlega: Che rimonta per Padova. Da 0-2 a 3-2 con Cisterna

I pontini si spengono dal terzo set quando Cuttini manda in campo Asparuhov e Volpato

Scritto da Gloria Turatello  | 
Padova festeggia due punti d'oro per la salvezza

Pallavolo Padova - Top Volley Cisterna 3-2 (17-25, 19-25, 25-21, 25-20, 15-12) - risultati - la classifica
Pallavolo Padova: Saitta 2, Desmet 7, Canella 0, Petkovic 18, Takahashi 18, Crosato 6, Asparuhov 19, Gardini 2, Zenger (L), Zoppellari 0, Volpato 3, Guzzo 1. N.E. Lelli, Cengia. All. Cuttini. 
Top Volley Cisterna: Baranowicz 2, Kaliberda 11, Zingel 5, Dirlic 16, Sedlacek 11, Rossi 13, Mattei 1, Gutierrez 9, Catania (L), Bayram 5. N.E. Martinez, Zanni. All. Soli. 
ARBITRI: Curto, Cappello. 
NOTE - durata set: 22', 24', 28', 25', 18'; tot: 117'.

PADOVA - Dopo il break di Capodanno si torna alla Kioene Arena dove i padroni di casa affrontano la Top Volley Cisterna, sesta in classifica. I veneti partono scarichi e Cisterna ha vita facile nel conquistare il primo parziale, poi i padroni di casa reagiscono e per metà della prima frazione combattono ad armi pari con i pontini, che alla lunga però vengono fuori nuovamente anche grazie all’apporto della panchina. Sotto due set a zero, Cuttini cambia e getta nella mischia Asparuhov e Volpato, con il bulgaro che cambia il ritmo e guida i compagni alla riapertura del match. I padovani iniziano a difendere e trovano finalmente anche i muri per bloccare gli avversari, che iniziano a perdere i punti di riferimento e a faticare in attacco. La Pallavolo Padova ritrova i suoi uomini e cambia il volto alla partita e spinge senza lasciarsi intimorire dai tentativi di rientro dei pontini: una volta conquistata la testa del gioco, non molla più e conquista il match incamerando 2 punti fondamentali in ottica salvezza. La Top Volley resta visibilmente delusa, ma porta comunque a casa un punto.

I PIU’ ED I MENO - Come si addice ad un incontro terminato al tie-break, i numeri sono abbastanza speculari, ma a ben guardare parlano quasi più in favore dei pontini che non dei padroni di casa, poi alla fine trionfatori del match. I ragazzi di Cuttini fanno meglio solo in attacco, con il 50% di efficienza contro il 48% dei laziali. Gli ospiti invece ricevono nettamente meglio con il 56% rispetto ai veneti fermi al 49% di positiva. Anche a muro la Top Volley fa meglio: ne mette 14 (4 di Rossi), mentre Padova si ferma a 11, di cui 6 solo nel terzo set, quello della svolta. Al servizio sono 17 gli errori laziali e 6 gli ace, mentre Padova sbaglia 20 volte, ma chiude 7 ace (3 per Petkovic). Top scorer ed MVP il bulgaro Asparuhov, entrato dalla panchina e vero uomo chiave del match, colui che ha realmente dato la svolta positiva per Padova: per lui 19 punti in tre set, il 70% in attacco, 2 ace ed 1 muro. Da segnalare anche l’ottima prova di Rossi con 13 punti frutto del 90% in attacco e 4 muri.

I SESTETTI - La Pallavolo Padova sceglie Saitta in diagonale con Petkovic, al centro Canella (per Volpato) e Crosato, schiacciatori Takahashi e Desmet, libero Zenger. Soli per Cisterna risponde con Baranowicz al palleggio in diagonale con Dirlic, Zingel e Rossi centrali (con l’ex Mattei a disposizione in panchina), Kaliberda e Sedlacek schiacciatori, Catania libero.

LA PARTITA - Comincia decisamente meglio Cisterna con Kaliberda e Zingel, mentre Padova è molto fallosa e regala punti agli avversari che volano 3-7 costringendo già Cuttini al primo time out. Rossi marca stretto Takahashi (4-9), ma anche i pontini commettono qualche errore e con Petkovic Padova risale 7-9. I veneti restano in scia grazie i tanti servizi errati della Top Volley (13-15), ma non riescono a ricucire lo strappo, anzi restano travolti dal muro di Zingel e Sedlacek (16-21) ed il set va agevolmente a Cisterna.

La Top Volley tenta la fuga fin dall’inizio di secondo set portandosi 1-3 e 4-6 prima con Kaliberda, poi con Sedlacek, ma Padova impatta 6-6 e poi ribatte punto su punto agli ospiti con Desmet e Takahashi (10-10). Ci pensano Baranowicz dai 9 metri e Zingel a muro su Petkovic a mettere il primo break della frazione (14-17), convincendo Cuttini al cambio della diagonale, poi però il neo entrato Gutierrez trova due ace e mezzo, che portano al 17-23 e Rossi con due attacchi chiude il set.

Nel terzo parziale la Pallavolo Padova riparte con Asparuhov e Volpato dentro per Desmet e Canella, con l’attacco di Petkovic trova il primo vantaggio 4-3, poi i due muri di Volpato e del serbo consegnano il doppio vantaggio 6-4, che sempre l’opposto bianconero trasforma in un +3 (8-5). Padova inizia a difendere e rigiocare, Crosato inizia a farsi vedere a muro mettendo l’11-7. In un battibaleno però la Top Volley è di nuovo sotto 11-10 grazie agli errori bianconeri e ai muri pontini. Sono due colpi di Rossi poi a dare il sorpasso laziale 12-13. Asparuhov interrompe, poi sul 14-15 Cuttini lo cambia con Desmet per la seconda linea e ci deve pensare Takahashi a tenere in gioco Padova rispondendo colpo su colpo agli ospiti, fino al pareggio di Petkovic 17-17. Rientra il bulgaro ed è controsorpasso veneto 19-18. Gardini entra sui 9 metri per Crosato e trova un ace e mezzo che portano al 22-19. Ancora Asparuhov in attacco e poi a muro su Gutierrez portano al set ball per i veneti, che conquistano il parziale grazie al lungolinea out di Dirlic.

Nella quarta frazione riparte forte la Pallavolo Padova, che con il mani out di Asparuhov va 5-2 e sul 7-3 Soli chiama time out ed al rientro Cisterna è più presente al centro della rete dimezzando lo svantaggio. Con il muro di Sedlacek su Petkovic a Top Volley è di nuovo a -1 (9-8). Takahashi e Petkovic con 2 ace di fila riportano a distanza i veneti, che con due colpi di Crosato (attacco e muro) allungano 14-9. Si va avanti a suon di “cambiopalla”, fino al 20-15, quando due errori dei bianconeri riavvicinano di due gli ospiti. Petkovic ed Asparuhov allungano di nuovo con il bulgaro che porta al setball grazie ad un ace (24-19). Kaliberda annulla, poi Baranowicz manda il servizio in rete e manda tutti al tie-break.

L’avvio di 5°set è segnato da un doppio fallo di invasione di Gutierrez che dà il 2-0 ai padovani e costringe già Soli al time out. Dal 3-1 di Takahashi Cisterna risale ed impatta con Dirlic, poi Asparuhov e Volpato mettono un altro break in favore dei veneti che doppiano gli ospiti 6-3, ma il cubano Gutierrez vuole farsi perdonare, attacca di potenza e riporta sotto i suoi 6-5. La Pallavolo Padova difende e va al cambio di campo sul +2, con Asparuhov che al rientro trova subito l’ace del 9-6. Bayram (entrato per Kaliberda) vuole dire la sua e trascina i compagni alla parità (9-9), ma Padova non ci sta e con l’ace di Gardini torna a +3. La Top Volley risponde, ma i veneti mantengono i nervi saldi e chiudono set e partita con l’attacco dell’MVP Asparuhov.

HANNO DETTO
Asparuh Asparuhov (Pallavolo Padova): “E' una vittoria che pesa tanto. Volevamo tanto fare dei punti oggi, siamo stati bravi a crederci in ogni momento e a sfruttare le occasioni avute in particolare nel terzo set. Sappiamo che non è ancora finita, ma guardiamo una partita alla volta consapevoli che se diamo tutto possiamo toglierci delle soddisfazioni. Ora però è giusto anche che ci godiamo questa vittoria”.
Fabio Soli (coach Top Volley Cisterna): “Padova è rimasta dentro la partita e ha saputo metterci in difficoltà soprattutto in battuta, abbiamo perso la nostra fluidità. Lo avevamo previsto e non siamo riusciti a rilanciare il ritmo dopo i primi due set. Da adesso in poi dobbiamo capire cosa vogliamo avere da questo campionato, oggi era un passaggio decisivo per entrare nei play off.”



Newsletter Volleyball.it - Iscriviti / Subscribe

* indicates required

Volleyball.it will use the information you provide on this form to be in touch with you and to provide updates and marketing. Please let us know all the ways you would like to hear from us:

You can change your mind at any time by clicking the unsubscribe link in the footer of any email you receive from us, or by contacting us at [email protected] We will treat your information with respect. For more information about our privacy practices please visit our website. By clicking below, you agree that we may process your information in accordance with these terms.

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp's privacy practices here.