Superlega: Modena batte anche i pronostici. Lagumdzija top scorer e MVP. Piacenza secondo ko

Al PalaPanini Bruno vince il confronto della distribuzione con Brizard

Scritto da Luca Muzzioli  | 
Esultanza Lagumdzija

2ª giornata - Risultati e classifica
VALSA GROUP MODENA - GAS SALES BLUENERGY PIACENZA 3-1 (25-21, 15-25, 25-22, 25-23)
VALSA GROUP MODENA: Mossa De Rezende 4, Pope 1, Gollini (L), Sanguinetti, Stankovic 6, Ngapeth 16, Sala, Krick 8, Lagumdzija 21, Rossini (L), Rinaldi 11. N.E. Bossi, Salsi, Malavasi. All. Giani. 
GAS SALES BLUENERGY PIACENZA: Basic 3, Recine 5, Gironi, Brizard 5, Leal 15, Scanferla (L), Simon 10, Romanò 20, Caneschi 7, De Weijer. N.E. Santos De Souza, Hoffer. All. Bernardi. 
ARBITRI: Cesare, Caretti. 
NOTE - durata set: 25', 22', 28', 30'; tot: 105'.
Rotazione iniziale 
Modena: Bruno, Ngapeth, Stankovic, Lagumdzija, Rinaldi, Krick
Piacenza: Recine, Simón, Romanò, Leal, Caneschi, Brizard
Punti
Modena: 48 attacchi, 8 muri, 11 ace, 23 errori avversari
Piacenza: 46 attacchi, 11 muri, 8 ace, 26 errori avversari

HANNO DETTO
Adis Lagumdzija (Valsa Group Modena): “È incredibile giocare e vincere con la maglia di Modena in questo Palazzo, ci siamo rialzati dopo la sconfitta di Padova e lo abbiamo fatto bene, abbiamo lavorato tanto e i frutti stanno arrivando, continuiamo il nostro percorso”.
Lorenzo Bernardi (Gas Sales Bluenergy Piacenza): “Di lavoro da fare ne abbiamo ancora tanto, la squadra in certi momenti della partita si perde, dobbiamo ritrovare le nostre certezze tecniche”. 

MODENA - L'entusiasmo del PalaPanini (3000 i presenti) saluta una partita di cuore e gioco di Modena che, dopo il ko per 2-3 a Padova, cancella con una settimana di lavoro le pause del debutto e, anzi, mette in campo un bel gioco corale che le vale il successo netto da tre punti in una sfida che sulla carta doveva andare tutta da un'altra parte. Piacenza è mancata nelle variazioni di attacco, pagando nel confronto le scelte a disposizioni dei due registi, anche grazie ad una battuta modenese maggiormente in grado di creare difficoltà all'avversario in fase di costruzione. 
Per Modena una vittoria importante che ha evidenziato la fiducia del gruppo capace di non abbattersi nemmeno nel ritorno della Gas Sales sul finire del quarto set. Una vittoria importante per Giani e c. anche perché era la prima casalinga del nuovo corso firmato Giulia Gabana al debutto al PalaPanini da Presidente del club più blasonato d'Italia. Per Piacenza la seconda sconfitta consecutiva. Non l'inizio che forse era stato disegnato da Bernardi, aspettando Lucarelli.  
Nel pre partita un ricordo della società e del pubblico modenese per un tifoso speciale che se ne è andato nell'incidente di venerdì sull'A4 all'altezza di San Donà di Piave, Alfredo Barbieri, tifoso gialloblù dai tempi della Panini. 

Bruno  ha consegnato alla famiglia di Alfredo la maglia con la dedica di tutta la squadra.

LA PARTITA - Si apre con Ngapeth che fa uno-due in avvio con attacco e ace su Recine, impatta Romanò con un ace e con attacchi del più fischiato dal palazzo modenese, l'ex Yoandi Leal. Rinaldi rifirma un break con un ace su Scanferla (7-5). Squadre sempre a contatto finché non va al servizio Lagumdzija che mette a segno 2 ace: 17-12. Bernardi spende un time out.  Bruno apre due volte su Krick, dopo difese su Romano. Entra Gironi, ma l’inerzia è dei gialloblù che fruttano un appannamento piacentino. Romanò (2/8, 25% in attacco) rientra sul 22-19, dopo lampi di Leal e Recine, ma Lagumdzija è ispiratissimo e trascina i suoi, ben imbeccato da Bruno; 7 punti per lui, 5 attacchi 2 ace nel set. Ngapeth e Rinaldi fanno il resto: 5 e 4 punti a testa. 

Non è una partita semplice, pronti via e Piacenza parte 0-5: tre muri piacentini, due errori modenesi sull'impegnativo turno di battuta di Simon. Modena si scuote con il suo opposto, ma la battuta piacentina mette in difficoltà la ricostruzione dei padroni di casa. Set monocorde, con due soli lampi a metà cammino: due ammissioni da cartellino verde  di tocco e invasione, una per parte. Il gap che Piacenza si è guadagnato ad inizio parziale non ha mai dato a Modena la possibilità di rientrare nel set.  Lagumdzija e Romanò sono i più prolifici nel set, in fotocopia. 6 punti, 5 attacchi e 1 ace.  Gioco e numeri però parlano per la Gas Sales: 7 errori di Modena a 4, 3 ace Piacenza a 2, 2 muri a 1, 13 attacchi vincenti a 8.

Ancora Lagumdzija a spingere avanti Modena che si trova 5-2 com muro di Rinaldi su Romanò. Sul 7-4 il contro break della Gas Sales firmato da Romanò e il muro si Simon: 7-7. Sanguinetti per Stankovic in prima linea, dall'altra parte c'è Simon (14-14), break Piacenza con Simon e Leal. Entra Basic per Recine,  Leal non sfrutta un contrattacco, Krick al centro è usato poche volte, ma quando gli arriva la palla è infermabile: 20-19. Cala Romanò, Modena spinge con Lagumdzija, Krick e Ngapeth: 23-19. Modena cresce in attacco, Piacenza perde brio nel suo cambio palla.

Il quarto set lo battezza in avvio Ngapeth con un ace seguito da un muro di Krick su Leal per un rotondo 4-1. Time out di Bernardi. Recine mura Lagumdzija: 5-5. Break Modena con errore in attacco di Piacenza (il video check dice che non c'è tocco di Krick) poi muro di Stankovic su Simon: 8-6. A Piacenza basta accellerare per ritrovare l'8-8 con Leal e Romanò. Ace di Bruno, ace di Recine: 10-10. Spazio a Basic.  Tre errori piacentini quando meno te l'aspetti, poi il muro di Rinaldi su Romano 15-11. Bruno - Krick non hanno rivali al centro: il tedesco ne mette due senza muro: 17-13.
Ngapeth firma il 19-15 con un attacco no look, trova poi una millimetrica parallela per il 20-16.  Il turno di battuta di Bruno firma un ace colpendo Brizard in spostamento e favorisce una rigiocata gialloblù chiusa dall'australiano Pope (appena entrato per Ngapeth) su Basic 22-16. Non è finita, Piacenza non ci vuole stare in più a Modena viene un po' di braccino. Sale il muro della Gas Sales: Simon mura  Lagumdzija, insieme a Leal ferma Ngapeth, ace di Basic, nuovo muro di Leal su Lagumdzija bissato da Diamantini: 23-22, parziale di 1-6. Ma Rinaldi torna a picchiare, poi l'ultima palla è di Ngapeth, di forza. 25-23.



Newsletter Volleyball.it - Iscriviti / Subscribe

* indicates required

Volleyball.it will use the information you provide on this form to be in touch with you and to provide updates and marketing. Please let us know all the ways you would like to hear from us:

You can change your mind at any time by clicking the unsubscribe link in the footer of any email you receive from us, or by contacting us at [email protected] We will treat your information with respect. For more information about our privacy practices please visit our website. By clicking below, you agree that we may process your information in accordance with these terms.

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp's privacy practices here.


💬 Commenti