Mondiali 2022: Sbertoli, "Dobbiamo migliorare nella concentrazione in alcuni momenti clou. Buon avvio che ci soddisfa"

LUBIANA (Slovenia) - Il giorno dopo l’esordio vittorioso nella rassegna iridata, il clima è sereno in casa azzurra, ma i pensieri di tutti sono già rivolti all’importante sfida di domani contro la Turchia (ore 21.15 diretta TV Rai 2, SKY Sport Arena).
Il match inaugurale ha mostrato una buona Italia soprattutto nei primi due set in grado di mettere in mostra una buona organizzazione di gioco e trame offensive davvero interessanti favorite da una ricezione che ha arginato il servizio dei nordamericani. Discorso diverso nel terzo parziale caratterizzato da parecchi errori al servizio, ma che ha comunque mostrato una squadra molto combattiva e tenace nelle fasi conclusive di una terza frazione che sembrava non voler finire mai.  Buone, dunque, le indicazioni ricevute dal match come ha sottolineato Riccardo Sbertoli che ieri si è reso protagonista di un buon turno al servizio che sembrava aver favorito la chiusura del terzo set prolungatosi invece ancora a lungo dopo l’ingresso del palleggiatore: "Direi che le cose sono andate bene, la nostra è stata una buona gara, ci siamo espressi su livelli interessanti, con qualità e convinzione mettendo in difficoltà un avversario che invece non è riuscito a giocare bene. Poi nel terzo set abbiamo avuto quel momento di difficoltà che comunque ci ha visto reagire come dovevamo. Sono contento di aver contribuito alla vittoria della squadra; certo speravo che il break potesse metterci al sicuro prima ma così non è stato. Nel finale ci hanno messo in difficoltà, noi abbiamo un po’ faticato ma credo che nel complesso la nostra reazione è stata positiva”.
Il palleggiatore azzurro poi prosegue: “Dobbiamo migliorare nella concentrazione in alcuni momenti clou delle gare, ma ripeto a mio avviso il nostro è stato un buon avvio che ci soddisfa per il momento. Ora però la nostra concentrazione è tutta rivolta alla gara di domani contro la Turchia, una squadra tosta, di temperamento che non molla mai, composta da tanti atleti che gravitano, o che lo hanno fatto nel recente passato, nell’orbita del nostro campionato. Mi aspetto una battaglia, contro atleti che non vogliono mai mollare, sarà dura”.
Si conclude parlando della formula: “Per arrivare i fondo bisognerà affrontare tante squadre e tutte di valore, noi non dobbiamo soffermarci a pensare a chissà cosa, dobbiamo solo giocare la nostra pallavolo non facendo calcoli e solo con la voglia di fare del nostro meglio”.


Newsletter Volleyball.it - Iscriviti / Subscribe

* indicates required

Volleyball.it will use the information you provide on this form to be in touch with you and to provide updates and marketing. Please let us know all the ways you would like to hear from us:

You can change your mind at any time by clicking the unsubscribe link in the footer of any email you receive from us, or by contacting us at [email protected] We will treat your information with respect. For more information about our privacy practices please visit our website. By clicking below, you agree that we may process your information in accordance with these terms.

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp's privacy practices here.


💬 Commenti